PRENDI 3 PAGHI 2 su tutti i nostri prodotti! Sconti fino al 33% usando il codice CIBDOL3

Sonno

4.6/5.0
Valutato dal % degli utenti.
Prezzi a partire da € 25,00

L'importanza del sonno

L'importanza del sonno

Indipendentemente dallo stile di vita, dagli hobby e dagli interessi personali, tutti noi condividiamo un unico, fondamentale, processo: il sonno. Fin dalla nascita, il riposo è essenziale per consentire all'organismo di ritrovare le energie. Ma non si tratta di un recupero prettamente fisico—durante il sonno, infatti, il cervello ha il tempo di elaborare gli eventi e le emozioni, e persino riparare i neuroni.

Non importa quanto siamo vecchi (o saggi): il nostro corpo avrà comunque bisogno di dormire. Tuttavia, con l'avanzare dell'età, trascorrere una notte di riposo tranquilla e rigenerante diventa sempre più complicato. Talvolta si sceglie di rinunciare a qualche ora di sonno per completare un lavoro urgente o svolgere attività sociali, ma questi comportamenti possono avere profonde ripercussioni sulla salute. È importante concedersi del tempo per rilassarsi e dormire, e innanzitutto è fondamentale stabilire di quanto riposo si ha bisogno.

Di quanto riposo abbiamo davvero bisogno?

Sappiamo bene che tutti hanno bisogno di dormire, ma quante ore di riposo sono necessarie per una ripresa ottimale? Questa è una domanda da un milione di dollari, e la risposta, purtroppo, è estremamente variabile.

In linea generale, la durata del sonno raccomandata nelle diverse fasce di età si differenzia come segue:

• Età prescolare (3–5 anni): 10–13 ore
• Età scolare (6–12 anni): 9–12 ore
• Adolescenza (13–18 anni) 8–10 ore
• Età adulta (18+): 7–9 ore

È importante sottolineare che si tratta di semplici raccomandazioni, e la durata ottimale del sonno dipende anche da condizioni di salute preesistenti, stile di vita ed altri fattori.

Occorre inoltre puntualizzare che non è possibile ingannare il proprio organismo, prolungando il riposo un giorno e dormendo meno la notte seguente. L'approccio migliore consiste nel seguire un ritmo sonno-veglia regolare. Ad ogni modo, se amate restare svegli fino a tardi nel weekend, non preoccupatevi: ciò non comprometterà in modo grave il vostro benessere. Dopotutto, il segreto sta nel trovare il giusto equilibrio!

Quali sono le cause di un sonno disturbato o dell'insonnia?

Teoricamente, addormentarsi dovrebbe essere facile: si appoggia la testa sul cuscino quando si è stanchi, si viene proiettati nel mondo dei sogni e ci si risveglia riposati, carichi di energia. Tuttavia, la realtà può essere molto diversa.

Ricordate i problemi ad addormentarsi a cui abbiamo accennato in precedenza? I seguenti fattori possono suscitare agitazione e ostacolare il riposo notturno:

Cibo (eccesso di grassi e zuccheri)

Caffeina

Stress

 

Dispositivi elettronici (la luce blu emessa da smartphone e televisori)

Rumori

Orario di lavoro irregolare

Può capitare (saltuariamente) di venire disturbati da una delle suddette cause, e ciò è piuttosto normale. Tuttavia, se non dovete confrontarvi con nessuno di questi elementi deleteri per la qualità del sonno ma avete comunque difficoltà ad addormentarvi o vi sentite stanchi anche dopo aver dormito, potreste soffrire di insonnia.

Cos'è l'insonnia?

L'insonnia è un termine usato per descrivere la difficoltà ad addormentarsi e a dormire in modo continuativo. I sintomi includono:

• Restare svegli durante la notte
• Sentirsi stanchi appena svegli
• Avere difficoltà ad addormentarsi (anche se si è stanchi)
• Svegliarsi più volte durante la notte

Molti di noi probabilmente affrontano di tanto in tanto alcuni dei suddetti problemi, ma chi soffre di insonnia li sperimenta regolarmente, con sintomi che durano mesi o persino anni. Quasi sempre, l'insonnia può essere trattata modificando alcuni aspetti del proprio stile di vita. Tuttavia, in caso di insonnia grave o prolungata, è consigliabile consultare il proprio medico o uno specialista.

Quali conseguenze provoca la privazione del sonno?

Sfortunatamente, in una società così frenetica, spesso è quasi impossibile ottenere un sonno profondo e continuativo durante la notte. Molte persone sottovalutano l'importanza del riposo notturno, ma in realtà la mancanza di sonno può avere ripercussioni anche gravi.

La mancanza di sonno costante e prolungata può causare:

• Disturbi cardiovascolari
• Diabete
• Obesità
• Depressione
• Scarsa motivazione
• Riduzione della concentrazione

Purtroppo, questi sono solo alcuni dei problemi legati alla mancanza di riposo. Combinando la carenza di sonno con uno stile di vita sedentario, una dieta ricca di grassi o il fumo, l'aspettativa di vita di un individuo si riduce drasticamente. Uno studio del 2018 sul sonno e la sua importanza, ha rilevato che dormire meno di sei ore a notte “aumenta di dieci volte il rischio di morte prematura rispetto a coloro che dormono dalle sette alle nove ore”.

La soluzione migliore per contrastare i disturbi del sonno: uno stile di vita sano

Abbiamo capito che il riposo è fondamentale per il nostro benessere, ed abbiamo individuato, approssimativamente, la durata del sonno ottimale. Ma cosa fare quando si ha difficoltà a trascorrere una tranquilla, e meritata, notte di riposo?

Supponendo che non siano presenti condizioni di salute pregresse, la migliore raccomandazione per riposare correttamente è quella di seguire uno stile di vita sano ed equilibrato! Non dovete necessariamente camminare per 10km, trascorrere giornate intere in palestra o seguire una dieta composta esclusivamente da semi ed ortaggi. Anche delle minime variazioni possono migliorare notevolmente la qualità del sonno.

Alcune delle abitudini utili per migliorare la qualità del riposo notturno sono:

• Svolgere esercizio fisico a bassa intensità (circa 30 minuti al giorno)
• Seguire una dieta bilanciata
• Limitare il consumo di caffeina dopo mezzogiorno
• Limitare l'utilizzo dei dispositivi elettronici almeno un'ora prima di coricarsi
• Seguire un ritmo sonno-veglia regolare
• Attenuare il più possibile la luce e i rumori in camera da letto
• Assumere integratori (melatonina, valeriana e magnesio)
• Dormire su un letto comodo!

Non sempre è possibile adottare queste abitudini quotidianamente. Tuttavia, il segreto è concentrarsi su quelle che possono influire maggiormente sulla qualità del sonno. Se amate seguire dei programmi tv in tarda serata, potete limitare la vostra esposizione al monitor prima di coricarvi: questo influirà notevolmente sulla qualità del sonno. Se lavorate a turni, potreste non riuscire a seguire un ciclo sonno-veglia regolare, ma potete comunque rendere l'ambiente adibito al riposo il più ospitale possibile (limitando i rumori e l'esposizione alla luce).

Cosa bisogna sapere su CBD e riposo notturno

Gli integratori sono un rimedio molto diffuso per i disturbi del sonno. Possono essere assunti facilmente e risultano adatti anche a chi segue uno stile di vita piuttosto frenetico. Nella categoria degli integratori è incluso anche il nostro cannabinoide preferito, il CBD. Come la melatonina, la valeriana e il magnesio, anche il CBD non sembra capace di migliorare direttamente la qualità del sonno o, almeno, non da solo. Tuttavia, nell'ambito di uno stile di vita bilanciato, il CBD potrebbe rivelarsi un valido alleato e promuovere una tranquilla notte di riposo.

Il sistema endocannabinoide è il meccanismo che collega tutti i nostri sistemi fisiologici, inclusi quelli che regolano il sonno. Fortunatamente per noi, il CBD può contribuire a modulare il SEC e i suoi recettori, e promuoverne l'efficienza.

Secondo alcuni studi preclinici, potrebbe esistere un legame tra l'assunzione di CBD e il ritmo circadiano del corpo umano. Se soffrite di disturbi del sonno, prima di tutto dovreste stabilire un modello sonno-veglia ottimale (e costante). Il CBD potrebbe supportare questo vostro desiderio di equilibrio, e, indirettamente, contribuire a rimuovere alcuni dei fattori che ostacolano il sonno citati in precedenza.

Il segreto per una vita sana: dormire bene e sentirsi riposati

Trascorrere una notte di riposo profondo e rigenerante è importante e, spesso, è sufficiente variare leggermente il proprio stile di vita per sentirsi nuovamente attivi e dinamici. In questi casi, è utile poter contare su un supporto esterno, e il CBD potrebbe rivelarsi una scelta ideale per gestire i problemi legati al sonno.

Questa molecola è priva di tossicità e può entrare in sinergia con altri integratori per il riposo notturno, come la melatonina, perfezionando qualsiasi regime salutistico. Se siete stanchi di non dormire a sufficienza, è giunto il momento di offrire al vostro corpo e alla vostra mente il riposo che meritano. Il CBD può fornire il giusto supporto, aiutandovi a raggiungere questo stato di equilibrio così importante.

Di quale prodotto ho bisogno?
As Seen On: