Cos'è il cannabinolo (CBN)?

Il cannabinolo, detto anche CBN, è una sostanza organica presente nella Cannabis sativa. Appartiene ad un gruppo di composti chimici chiamati fitocannabinoidi—divenuti famosi per il loro influsso sull'organismo umano.

Dopo aver isolato accuratamente dosi elevate di CBN da canapa coltivata con metodi naturali, Cibdol ha creato una vasta gamma di oli di CBN per supportare il benessere quotidiano.

Cosa sono i cannabinoidi?

Tecnicamente esistono vari tipi di cannabinoidi. I due gruppi più rilevanti sono quelli dei fitocannabinoidi e degli endocannabinoidi. I primi sono presenti in piante come canapa, echinacea e pianta del tè, mentre i secondi vengono prodotti autonomamente dagli esseri umani e da altri animali. In effetti, gli endocannabinoidi sono presenti in tutti i mammiferi—inclusi gli animali domestici!

Generalmente, le persone utilizzano il termine “cannabinoidi” per indicare le sostanze all'interno delle piante, pertanto non allarmatevi se notate l'assenza dell'elemento “fito”. I cannabinoidi sono senza dubbio molecole intriganti e affascinanti, ma non agiscono da sole. Il corpo umano si è evoluto per trarre vantaggio dalle alterazioni biologiche provocate dai cannabinoidi, sviluppando un'estesa rete di recettori.

Come funziona il sistema endocannabinoide?

All'interno del nostro corpo è presente una rete regolatrice, chiamata sistema endocannabinoide (SEC). A questa rete sono collegati i recettori cannabinoidi (CB1 e CB2), situati in aree strategiche dell'organismo. Quando un recettore individua un cannabinoide, i due elementi interagiscono tra loro, innescando variazioni a livello biologico. Tali interazioni avvengono in varie parti del corpo, tra cui:

• Cervello
• Sistema digerente
• Sistema immunitario
• Pelle
• Sistema nervoso centrale e periferico

Non tutti i cannabinoidi interagiscono con qualsiasi recettore e in ogni area. I recettori cannabinoidi seguono il principio della “chiave” e della “serratura”. Se la struttura chimica di un cannabinoide (chiave) non corrisponde alla forma del recettore (serratura), i due elementi non potranno interagire. Sulla base di questo particolare meccanismo, un ampio assortimento di cannabinoidi potrebbe svolgere un ruolo importante per la nostra salute, grazie alle combinazioni chiave-serratura pressoché infinite.

Come nasce il CBN?

La canapa contiene oltre 100 cannabinoidi differenti, che però non sono sempre presenti contemporaneamente o nelle stesse proporzioni. Crescendo, la pianta sviluppa vari cannabinoidi attraverso la biosintesi, mentre con la decarbossilazione e la decomposizione emergono altre sostanze.

Per isolare il CBN è essenziale avere una conoscenza approfondita dei percorsi dei cannabinoidi, poiché questa molecola non discende direttamente dal cannabinoide precursore CBGA. Il CBN infatti si ottiene dalla decomposizione del tetraidrocannabinolo (THC).

Nella Cannabis sativa, il THC emerge inizialmente sotto forma di THCA, un composto acido grezzo. Dopo un'esposizione prolungata ad aria e raggi solari (UV), il THCA si deteriora, trasformandosi progressivamente in CBNA. Una volta decomposto, il CBNA può essere attivato tramite applicazione di calore (decarbossilazione), che rimuove la molecola extra di carbonio e crea il CBN.

Come agisce il CBN?

Tutti i cannabinoidi interagiscono con l'organismo umano tramite il sistema endocannabinoide, e il CBN non fa eccezione. Il ruolo primario del SEC è mantenere l'equilibrio tra le varie funzioni biologiche. Quando il corpo è in equilibrio, ovvero in stato di omeostasi, è in grado di contrastare in modo più efficace eventuali malattie e infezioni.

Per monitorare e favorire lo stato di equilibrio, il SEC utilizza i recettori cannabinoidi (CB1/CB2). Tali recettori possono indurre dozzine di leggere alterazioni a livello di memoria, apprendimento, digestione, metabolismo, termogenesi e così via. Tuttavia, come accennato in precedenza, il risultato dipende dal punto in cui è situato il recettore, dalla tipologia e dal cannabinoide con cui interagisce.

Il CBN esibisce una notevole affinità verso i recettori CB2, dislocati prevalentemente nel sistema immunitario, ed una tenue affinità per i recettori CB1, situati soprattutto nel cervello.

Quali effetti genera il CBN?

Gli studi sui potenziali effetti del CBN sono ancora in corso, in ogni parte del mondo. Uno dei principali vantaggi del CBN è che, nonostante il suo legame con il THC, non genera effetti psicotropi.

Secondo le prime indagini, l'interazione tra CBN e recettori CB1 e CB2 potrebbe influenzare diverse funzioni biologiche, e in particolare:

• Stimolare l'appetito
• Favorire un naturale ciclo del sonno
• Attivare il sistema immunitario
• Proteggere contro il sintomi dell'invecchiamento

L'assunzione di olio di CBN è indicata per la vostra condizione?

Le ricerche scientifiche sul CBN sono ancora in fase embrionale. Nonostante i promettenti risultati ottenuti dagli studi preclinici, occorre esaminare ulteriormente i possibili effetti a lungo termine sugli esseri umani. La molecola sembra interagire positivamente con il sistema endocannabinoide. Tuttavia, l'estensione e l'efficacia di tale interazione devono essere ancora valutate approfonditamente.

Dal momento che la scienza non è ancora giunta a conclusioni definitive, non possiamo fornire alcun tipo di indicazione riguardo le potenzialità del CBN nel trattamento di specifiche condizioni. Pertanto, l'olio CBN di Cibdol non va inteso come sostituto di farmaci o terapie.

CBN e CBD: qual è la differenza?

Sia il CBN che il cannabidiolo (CBD) sono molecole prive di tossicità presenti nella pianta di canapa. Tuttavia, esse interagiscono con il sistema endocannabinoide in modo differente.

Il CBD è il cannabinoide presente in maggior quantità nella canapa ma, contrariamente al CBN, non si lega direttamente ai recettori cannabinoidi. Il CBD è in grado di promuovere l'efficienza del SEC, stimolando da dietro le quinte la produzione di endocannabinoidi ed enzimi benefici.

Il CBN è un antagonista diretto dei recettori cannabinoidi e la sua concentrazione all'interno della canapa è notevolmente inferiore rispetto al CBD. Questa molecole deve essere isolata e concentrata con la massima attenzione, utilizzando attrezzature sofisticate. Nonostante le loro differenze, i due cannabinoidi mostrano un'eccezionale sinergia, ed entrambi vantano l'assenza di effetti psicotropi. Combinando i loro influssi, è possibile supportare il benessere dell'organismo su più fronti.

Qual è modo migliore per assumere il CBN?

Quando si parla di CBN, non esiste un metodo di somministrazione migliore rispetto ad altri. Il CBN può essere inserito in oli, cosmetici, creme ad uso topico e molti altri prodotti. È quindi estremamente semplice includerlo nella propria routine quotidiana.

Indipendentemente dai motivi per cui si sceglie di assumere CBN, è importante verificare che il prodotto sia stata analizzato da enti esterni. Cibdol è orgogliosa di offrire prodotti sicuri e trasparenti, e di fornire ai consumatori un elenco dettagliato degli ingredienti presenti in ogni lotto di olio CBN.

Cos'è l'olio di CBN?

L'olio di CBN è una combinazione raffinata, filtrata, e purificata di cannabinolo (insieme a CBD) e oli come quello di oliva, di canapa e olio MCT. Dopo essere stato isolato, il cannabinoide viene miscelato all'olio vettore per due ragioni specifiche.

Innanzitutto, l'olio vettore migliora il tasso di assorbimento del CBN. I cannabinodi sono molecole tendenzialmente idrofobiche (ovvero respingono l'acqua) e, se l'olio non fosse presente, gran parte del CBN non riuscirebbe a raggiungere le aree target a somministrazione avvenuta.

In secondo luogo, gli oli vettore offrono numerosi vantaggi e lavorano in sinergia con gli influssi del CBN. L'olio di canapa, ad esempio, è ricco di antiossidanti, proteine vegetali ed acidi grassi omega. L'olio di oliva è un'importante fonte di grassi monoinsaturi, mentre l'olio MCT contiene trigliceridi a catena media—una efficiente fonte di energia.

Come va usato l'olio di CBN?

Ogni flacone di olio di CBN è dotato di pratico contagocce. Con esso, è possibile dosare con precisione il CBN, versandolo sopra o sotto la lingua. Il CBN assunto per via orale genera effetti prolungati, che però si manifestano 40–60 minuti dopo l'ingestione. L'olio di CBN somministrato sotto la lingua (per via sublinguale) produce effetti più rapidi e significativi, ma di durata inferiore.

Gli effetti variano in base alla modalità di somministrazione del CBN. Il cannabinoide assunto per via orale deve attraversare l'intero apparato digerente prima di raggiungere il fegato e penetrare nel flusso sanguigno. L'assunzione per via sublinguale consente alla molecola di bypassare il sistema digerente e di entrare direttamente nel flusso sanguigno tramite i capillari sotto la lingua.

Se il sapore dell'olio di CBN risulta sgradevole è possibile versarne alcune gocce su alimenti o bevande. È importante ricordare che non esiste un metodo di somministrazione superiore rispetto ad un altro. La scelta va effettuata in base alle proprie esigenze.

Quale olio di CBN scegliere?

Gli oli di CBN Cibdol sono disponibili in diverse concentrazioni, per offrire ai consumatori la più ampia scelta possibile. I nostri oli a bassa concentrazione (2,5%) sono perfetti per chi assume olio di CBN per la prima volta o per chi ha bisogno di una dose leggera a supporto del proprio benessere. L'olio CBN al 5% offre una concentrazione moderata, adatta a chi conosce già gli effetti del CBN.

Cibdol potenzia i suoi oli CBN con CBD di prima scelta, per un'azione completa e ottimale. Nelle apposite pagine prodotto troverete informazioni dettagliate su ciascun olio di CBN e le relative proporzioni CBN:CBD.

Quanto durano gli effetti dell'olio di CBN?

Come accennato precedentemente, gli effetti dell'olio di CBN dipendono dalla concentrazione del prodotto e dal metodo di somministrazione. Ad esempio, gli effetti di un olio altamente concentrato e assunto per via orale possono durare fino a cinque ore. Tuttavia, è importante ricordare che le tempistiche variano in base a diversi fattori come:

• Metabolismo
• Grasso corporeo
• Concentrazione di CBN
• Assunzione con o senza cibo

Prima di tutto, è consigliabile assumere l'olio di CBN ad intervalli regolari nel corso della giornata (fino a tre volte al giorno), per valutarne gli effetti. Dopo aver acquisito familiarità con gli influssi del CBN, è possibile aumentare o diminuire progressivamente la dose e la frequenza di somministrazione, in base alle necessità.

Inoltre, occorre ricordare che l'emivita dei cannabinoidi (il tempo di permanenza all'interno dell'organismo) è relativamente breve. Pertanto, se si desidera trattare determinati disturbi, è preferibile assumere l'olio di CBN ad intervalli tali da produrre gli effetti più intensi.

È possibile combinare gli oli di CBN?

Sì, certo! Potete combinare diversi oli di CBN o mescolare l'olio di CBN ad altri prodotti contenenti cannabinoidi. Ad ogni modo, per risultati ottimali, consigliamo di annotare giornalmente la quantità di cannabinoide assunto.

Se vengono utilizzati diversi prodotti contenenti CBN, tenere traccia del numero delle gocce non aiuterà a valutare l'assunzione giornaliera. Sarà necessario consultare la relativa pagina prodotto Cibdol e verificare il contenuto del cannabinoide in milligrammi, nella sezione “informazioni”.

Quando si utilizza il CBN, è importante prendere nota del consumo quotidiano in milligrammi. In questo modo si avrà una dose precisa ed accurata, da usare come riferimento per perfezionare il proprio apporto giornaliero di CBN.

Se si utilizzano in combinazione diversi prodotti contenenti cannabinoidi, è opportuno assumere una quantità giornaliera costante per alcuni giorni, in modo da valutare gli effetti e regolare il dosaggio.

In che modo cibdol realizza l'olio di CBN

L'estrazione di CBN richiede esperienza, oltre ad attrezzature all'avanguardia molto sofisticate. Cibdol si avvale di macchinari all'interno dei propri laboratori per produrre oli di CBN con livelli di purezza, sicurezza e standardizzazione leader nel settore.

Cibdol utilizza canapa coltivata con metodi naturali, assicurandosi che il materiale vegetale sia privo di additivi artificiali, sostanze chimiche, metalli pesanti e OGM. I fiori di canapa vengono selezionati manualmente per individuare e rimuovere qualsiasi corpo estraneo, e successivamente tritati fino ad ottenere una polvere finissima. Questa polvere viene sottoposta ad una sofisticata estrazione con CO₂, un processo che isola i cannabinoidi desiderati senza comprometterne l'integrità.

L'estratto di canapa viene quindi decarbossilato, distillato e filtrato per produrre estratti di CBN di qualità e purezza eccezionali. Dopo l'aggiunta dell'olio vettore, ciascun lotto di estratto di CBN viene testato da laboratori indipendenti. I risultati sono pubblicati sulla pagina “Analisi CBD” del sito web Cibdol, in modo che i consumatori possano verificare la sicurezza e il contenuto di tutti i prodotti contenenti CBN.

Perché Cibdol utilizza l'estrazione con co₂ supercritica per realizzare l'olio di CBN

Esistono diversi metodi per estrarre il CBN dalla canapa. Tuttavia, l'estrazione con CO₂ supercritica risulta migliore sotto vari punti di vista:

• Consente di isolare molecole specifiche
• La CO₂ è un prodotto naturale e sicuro
• Non danneggia cannabinoidi, terpeni o flavonoidi
• Viene usata ampiamente nel settore alimentare e cosmetico

L'unico vero svantaggio associato all'estrazione con CO₂ supercritica è il costo dei macchinari—questa procedura non può essere eseguita in casa, poiché richiede attrezzature specifiche e sofisticate.

Il laboratorio svizzero della Cibdol utilizza l'estrazione con CO₂ supercritica per ottenere alcuni dei prodotti contenenti cannabinoidi più puri e sicuri in commercio. I nostri oli di CBN non temono confronti grazie ai rigidi controlli della qualità, alle apparecchiature di grado farmaceutico e all'innovativo approccio verso la scienza dei cannabinoidi.

Qual è il modo migliore per conservare l'olio di CBN?

L'olio di CBN è un prodotto deperibile e deve essere conservato correttamente per non comprometterne l'integrità e l'efficacia. Il luogo ideale per conservare l'olio di CBN è il frigorifero o un armadietto, lontano dalla luce solare diretta e da sbalzi di temperatura (due fattori che riducono la qualità del CBN). Su tutti i flaconi viene stampato il numero di lotto e il codice data univoco.

Se conservate l'olio di CBN in frigorifero, agitate bene il flacone prima dell'uso. Le basse temperature tendono a separare naturalmente l'olio dall'estratto di CBN, ma ciò non compromette in alcun modo la qualità del prodotto.

L'olio di CBN è sicuro?

A causa della particolare interazione con i recettori CB1 e CB2, il CBN non genera effetti psicotropi. Tuttavia, il CBN potrebbe produrre lievi effetti collaterali, tra cui:

• Disturbi gastrici
• Stanchezza
• Diarrea
• Variazioni dell'appetito

Se è la prima volta che assumete olio di CBN, vi consigliamo di iniziare con una quantità minima, somministrata una o due volte al giorno. Dopo aver acquisito familiarità con gli effetti, potete aumentare gradualmente la dose nel corso di 2–3 settimane, o fino al raggiungimento degli esiti desiderati.

Se si manifestano reazioni avverse, interrompere immediatamente l'assunzione. Il CBN non resta in circolo nell'organismo per molto tempo, quindi gli eventuali effetti collaterali dovrebbero svanire nel giro di poche ore.

In caso di dubbi sugli influssi o sull'idoneità del CBN, consigliamo vivamente di consultare un medico professionista che potrà fornire indicazioni specifiche.

L'olio di CBN è legale?

Attualmente, il CBN non viene citato dalla Convenzione Unica sugli Stupefacenti degli Stati Uniti, né dalla Convenzione sulle Sostanze Psicotrope. Il CBN può comunque essere considerato un omologo del THC, pertanto le normative a livello locale potrebbero variare. Vi consigliamo di consultare le leggi in vigore sul vostro territorio, ma garantiamo che tutti i nostri prodotti contenenti CBN siano stati ricavati esclusivamente dalla canapa.

Il CBN può fornire risultati positivi in un test antidroga?

I test antidroga sul luogo di lavoro valutano la presenza di diverse sostanze, tra cui il THC. Questi esami non sono progettati per individuare il CBN, pertanto è altamente improbabile che l'olio di CBN possa generare risultati positivi in un test antidroga.

Tuttavia, dal momento che il CBN è correlato al THC, alcuni estratti di canapa di scarsa qualità potrebbero contenere livelli di THC superiori alla soglia massima. È quindi essenziale che tutti i prodotti al CBN vengano acquistati da fornitori affidabili e analizzati da laboratori indipendenti, per ridurre al minimo la possibilità di ottenere risultati positivi in test antidroga eseguiti in strada o sul posto di lavoro.

Perché acquistare olio di CBN da Cibdol?

L'assortimento di prodotti Cibdol include oli di CBN in varie concentrazioni, abbinati armoniosamente a CBD di prima scelta. Grazie alle attrezzature tecnologiche all'avanguardia, e all'esperienza maturata nel settore, tutti gli oli CBN Cibdol offrono una purezza ed una efficacia ineguagliabili, e contengono dosi di THC irrilevanti.

Acquistate online gli oli CBN Cibdol di alta qualità oggi stesso per sperimentare un maggior benessere domani!

Di quale prodotto ho bisogno?
As Seen On: