Puoi volare con olio di CBD in Europa, America e Canada?

Puoi volare con olio di CBD in Europa, America e Canada?

Stai pianificando un viaggio ma non sei sicuro/a di poter portare con te l'olio di CBD? Continua a leggere per scoprire se puoi volare con l’olio di CBD in Europa, America e Canada, e per conoscere i nostri consigli di viaggio per i viaggiatori frequenti.

Legalità dell'olio di CBD

Oggi, molti paesi in tutto il mondo hanno di fatto legalizzato sia la cannabis ricreativa, sia quella medicinale nelle sue varie forme. Ma nonostante la crescente accettazione delle specie di Cannabis sativa e di tutti i suoi derivati, viaggiare con l’olio di CBD non è così semplice come si potrebbe pensare.

La legalità del cannabidiolo varia ancora da paese a paese. Per questo, i viaggiatori dovranno informarsi con attenzione e comprendere i requisiti imposti dal paese che stanno visitando. La legalità dell'olio di CBD nella giurisdizione in cui si sta viaggiando è infatti il fattore più importante da considerare.

Il modo più sicuro per scoprire se l'olio di CBD è legale nel paese in cui si sta per viaggiare è parlare con un agente delle dogane o un funzionario dell'ambasciata. Potresti anche ricevere assistenza dai funzionari delle compagnie aeree o degli aeroporti. Mentre l'olio di CBD guadagna sempre maggiore accettazione in tutto il mondo, le leggi sono spesso soggette a modifiche. È quindi raccomandato verificare spesso la legislazione locale: potresti essere piacevolmente sorpreso!

Volare con l’olio di CBD

Il problema con i viaggi internazionali è che devi considerare le leggi del paese da cui provieni e anche quelle del paese in cui stai volando. Nonostante l'olio di CBD derivato dalla canapa sia accettato in gran parte dell'Europa, degli Stati Uniti e del Canada, ogni nazione (e stato o regione) ha un approccio leggermente diverso.

Per questo motivo, senza ricerche approfondite o autorizzazioni scritte, l'incertezza associata all'assunzione di olio di CBD in volo non supera i benefici, almeno nella maggior parte delle situazioni.

Europa

Nella maggioranza dei casi, il trasporto di olio di CBD in Europa è consentito se contiene meno dello 0,2% di THC. Sebbene la soglia massima esatta possa differire da paese a paese, lo 0,2% è un contenuto abbastanza basso da essere considerato sicuro nella maggior parte dei luoghi. Ma come puoi sapere con certezza se i tuoi prodotti CBD contengono meno dello 0,2% di THC?

La maggior parte dei prodotti a base di CBD indica in modo evidente il loro contenuto di cannabinoidi. Inoltre, viene di solito indicato che il prodotto si trova al di sotto della soglia legale per il contenuto di THC.

Tuttavia, senza test di laboratorio effettuati da terze parti, non c'è davvero modo di sapere se questo sia vero o no. Ecco perché è fondamentale viaggiare solo con prodotti a base di CBD prodotti da un’azienda conosciuta e affidabile. Marchi trasparenti come Cibdol ti forniranno sempre risultati dei test a sostegno delle loro affermazioni. È semplicemente più sicuro viaggiare con prodotti di un marchio del quale puoi star certo che produca olio di CBD legale.

Stati Uniti

Negli Stati Uniti, i regolamenti per il CBD sono stati emanati dalla DEA (Drug Enforcement Agency). I prodotti legali a base di CBD devono contenere meno dello 0,3% di THC, quindi lo 0,1% in più rispetto alla maggior parte dell'Europa. Molti viaggiatori hanno riferito di aver ricevuto un’autorizzazione per piccole variazioni di concentrazione, ma i regolamenti della Transportation Security Administration impongono agli operatori di segnalare qualsiasi possibile violazione alle forze dell'ordine.

La situazione negli Stati Uniti non è però così semplice come sembra. Anche se la legge federale può accettare l'olio di CBD, le decisioni locali possono trovarsi in conflitto con le normative centrali. Per questo motivo, è sempre una buona idea informarsi sulle leggi in vigore nello stato in cui si vola.

Canada

Sia la cannabis medica che quella ricreativa sono legali in Canada, e non vi sono limiti alla quantità di THC che può contenere un prodotto a base di CBD. Ancora meglio, puoi viaggiare in sicurezza con una scorta di CBD sufficiente per 30 giorni. Gli oli di CBD trasportati su un aereo saranno comunque soggetti al limite per i liquidi definito dalla tua compagnia aerea (di solito 100ml in Canada).

Puoi volare con olio di CBD in Europa, America e Canada?

Consigli sull’olio di CBD per chi vola spesso

Se voli regolarmente e non puoi stare senza olio di CBD, abbiamo messo insieme alcuni suggerimenti per rendere il tuo viaggio il più semplice possibile.

• Dimostra che il tuo olio di CBD deriva dalla canapa

Data la distinzione nelle linee guida tra il CBD derivato dalla canapa e quello derivato dalla cannabis, è sicuramente consigliabile fornire prove che stai viaggiando con il primo dei due tipi. I produttori di CBD con una buona reputazione fanno testare i loro prodotti da terze parti per garantire che il rapporto tra cannabinoidi sia corretto.

Se possibile, porta una stampa di tutti i risultati dei test sui prodotti. In questo modo puoi dimostrare, in caso di contestazione, che il tuo olio di CBD è legale. Se non riesci a trovare i risultati dei test, prova almeno a portare la confezione dell'olio, poiché questa dovrebbe anche indicare la quantità di THC contenuta.

• Comprendi le normative locali

Se non viaggi su un volo interno agli Stati Uniti, informati sulle leggi per il CBD della tua nazione d'origine. Come abbiamo sottolineato, anche se può essere legale acquistare e usare l'olio di CBD, potrebbe non essere consentito portarlo su un volo aereo. Se voli all'interno degli Stati Uniti assicurati di aver compreso le normative negli stati da, e verso cui, stai volando.

Solo perché puoi volare con olio di CBD da una destinazione non significa che anche lo stato in cui stai atterrando lo permetta: la ricerca sulle normative locali è fondamentale.

• Rispetta le regole valide per i liquidi

Supponendo che l'olio di CBD sia accettato sul tuo volo, non dimenticare che deve rispettare le norme standard relative ai liquidi. Queste variano da paese a paese, ma nella maggior parte dei casi, i liquidi dovrebbero essere chiusi in un contenitore trasparente e dichiarati al check-in. Non cercare di nascondere il tuo olio di CBD, ma trattalo come qualsiasi altro liquido che porteresti su un aereo.

Che dire sui viaggi in auto, traghetto o treno?

Quando non voli, hai un po' più di libertà sulla quantità di olio di CBD che puoi trasportare, ma le limitazioni legali restano valide. Dovrai conoscere le normative sull'olio di CBD per tutte le destinazioni del tuo viaggio, finali o di passaggio, indipendentemente da come ci arrivi. Le probabilità di essere fermato o perquisito quando viaggi sulla tua automobile sono minori, ma non ti consigliamo di gettare la precauzione fuori dal finestrino.

Un'ultima nota sull’olio di CBD in aereo

Nella maggior parte dei casi, la complicazione di portare l'olio di CBD su un aereo probabilmente supererà qualsiasi potenziale beneficio che potresti ottenere dal portare con te la sostanza. I regolamenti negli Stati Uniti sono un po' più chiari, ma viaggiare con olio di CBD tra i diversi stati può risultare impegnativo.

Se non puoi stare senza olio di CBD, assicurati di ricercare con attenzione tutte le normative applicabili. Puoi sempre contattare direttamente la compagnia aerea o gli organismi di sicurezza per chiedere quale sia la loro posizione sui viaggi con olio di CBD, specialmente se non si trovano indicazioni online.

Stai pianificando un viaggio e devi fare scorta di olio di CBD? Scegli tra la vasta selezione di oli, creme e integratori con CBD di alta qualità navigando nel negozio Cibdol. E se hai bisogno di sapere come confrontare le diverse alternative all'olio di CBD, guarda la nostra Enciclopedia CBD per avere ulteriori informazioni.

Di quale prodotto ho bisogno?
As Seen On: