Published:

Updated:

Author: Luke Sholl

L’uso del CBD può portare ad un test antidroga positivo?

Il CBD può far fallire un test antidroga?

Con l'aumento dell'interesse per il CBD, alcuni hanno espresso preoccupazione sul fatto che il cannabinoide possa innescare un risultato positivo nei test antidroga. Tuttavia, come scoprirai, il problema non riguarda il CBD, ma la qualità dei prodotti di CBD. Continua a leggere per scoprire ciò che devi sapere sul CBD e sui test antidroga.

Come funziona un test antidroga?

Che tu sia d'accordo con i test antidroga o meno, sono diventati uno strumento importante in molti posti di lavoro. Pertanto, è importante sapere come funzionano e quali sostanze rilevano.

I tre metodi di test antidroga più comuni sono:

• Saliva: Il meno invasivo dei tre principali approcci ai test antidroga, ovvero un tampone orale che controlla diverse sostanze comuni. Il tampone richiede solo pochi secondi, ma dovrai aspettare fino a 24 ore per vedere i risultati.

• Urina: L'analisi delle urine è la forma più comune dei test antidroga sul posto di lavoro. È leggermente più invasivo di un test tampone, ma, ancora una volta, ci vogliono solo pochi minuti e i risultati arrivano solitamente entro le 24 ore. L'analisi delle urine ha anche un raggio di rilevamento più grande rispetto ai test con tampone.

• Sangue: È improbabile che un datore di lavoro o un agente di polizia richieda un campione del sangue per testare le sostanze illecite. Detto questo, è il metodo più accurato e possiede un raggio di rilevamento piuttosto grande.

È importante notare che nessuno di questi test cerca tracce di CBD. Invece, i test antidroga si concentrano su sostanze illecite o proibite come THC, anfetamine, oppiacei e alcol.

Il CBD può far fallire un test antidroga?

Se i test antidroga non cercano il CBD, allora non c'è sicuramente nulla di cui preoccuparsi, no? Onestamente, la risposta è sia sì che no. Se un soggetto consuma prodotti di CBD provenienti da una fonte attendibile, è probabile che passi. Dopotutto, i test antidroga (compresi i metodi sopra elencati) testano solamente le sostanze inebrianti presenti nella cannabis, vale a dire il THC ed i suoi metaboliti.


Sfortunatamente, alcuni prodotti di CBD contengono livelli di THC che potrebbero effettivamente innescare un risultato positivo. Nel caso degli oli di CBD più rinomati, il contenuto di THC è così insignificante (di solito <0,05%) che i soggetti non devono preoccuparsi di superare questa soglia.

Sebbene sia raro, anche questi prodotti legali e affidabili potrebbero potenzialmente risultare in un “falso positivo” iniziale, nel caso in cui il soggetto abbia consumato una quantità sufficiente di olio di CBD (di solito oltre 1.000mg al giorno). Tuttavia, per mettere in prospettiva 1.000mg, dovresti consumare un intero flacone di olio di CBD Cibdol 10% (in una sola volta) e questo presuppone che nessuna molecola di CBD lasci il tuo sistema prima che il test venga condotto!

Anche se viene fuori un falso positivo, non c'è bisogno di farsi prendere dal panico. Un ulteriore test dovrebbe rivelare la presenza di CBD, il quale dovrebbe lasciare i soggetti indenni.

CBD vs THC: Qual è la differenza?

Ci sono oltre 100 composti cannabinoidi nella cannabis, con CBD e THC che sono i più importanti. Tuttavia, nonostante la loro prevalenza, sono molto differenti, sia nel meccanismo d'azione che negli effetti. Il THC è in gran parte responsabile dell'effetto psicotropo della cannabis, mentre il CBD è il cannabinoide maggiormente responsabile dell'influenza lenitiva e olistica della pianta. Forse, la cosa più interessante è che il THC è un composto proibito in gran parte del mondo, mentre il CBD è ampiamente accettato e legale da consumare (vengono applicate le leggi locali).

C'è anche la differenza della provenienza di questi composti. Le varietà di cannabis ricreativa (marijuana) spesso contengono elevate quantità di THC e quantità variabili di CBD, mentre la canapa industriale presenta livelli di THC estremamente bassi, tuttavia è ricca di CBD.

I prodotti di CBD di alta qualità dovrebbero provenire da canapa coltivata in modo naturale, il che significa che sono privi di livelli dannosi di THC ed effetti collaterali psicotropi.

L'olio di CBD contiene THC?

Il problema più grande con l'utilizzo di prodotti CBD prima di un test antidroga è che non puoi mai essere sicuro di ciò che stai consumando, a meno che non ti fidi della fonte. Anche se provi a creare il tuo olio di CBD 100% puro a casa, la realtà è che probabilmente fallirai.

Il processo di estrazione del CBD non è qualcosa che puoi preparare in cucina. In poche parole, se vuoi assicurarti di consumare CBD puro e non contaminato, dovrai ottenerlo da una fonte affidabile. Solitamente, non è il test in sé ad essere il problema: è la fonte del CBD che molto probabilmente sarà motivo di preoccupazione.

L'ultimo fattore da tenere presente per quanto riguarda la produzione di CBD sono le diverse formule di CBD. La maggior parte dei prodotti rientra in uno dei tre campi: CBD isolato, CBD ad ampio spettro o CBD a spettro completo. L’isolato non contiene altro che CBD, mentre il CBD ad ampio spettro include una maggiore selezione di cannabinoidi, ma zero THC. D'altro canto, il CBD a spettro completo contiene tracce di THC, ma a condizione che gli estratti vengano prodotti secondo lo standard corretto, i livelli saranno significativamente al di sotto del limite dei test antidroga.

Qual è la soglia di rilevamento del THC?

Sebbene possa variare in base al Paese e all'organizzazione, la soglia per un risultato positivo del test per il metabolita primario del THC, il THC-COOH, è 50ng/ml (analisi delle urine) e 25 ng/ml (test della saliva). Dopo un test positivo iniziale, il campione viene solitamente inviato per il test di conferma utilizzando un processo chiamato gascromatografia-spettrometria di massa (GC/MS). Una volta che un campione si fa strada in questo processo, l'analisi non avrà problemi a distinguere il THC dal CBD.

È difficile quantificare quanto THC dovresti consumare per superare la soglia del test, ma per riferimento, gli oli di CBD Cibdol contengono meno dello 0,05% di THC. Infatti, i livelli sono così trascurabili che è difficile da rilevare per le apparecchiature di laboratorio altamente avanzate. Per l'utente quotidiano, il nostro estratto a spettro completo non dovrebbe risultare positivo in un test che ricerca il THC.

Come controllare i livelli di THC nell'olio di CBD

Il modo più semplice per verificare l'integrità di qualsiasi prodotto CBD è tramite i test di terze parti. Dato che i test privati sono costosi e scomodi per le aziende, dovresti sempre scegliere produttori che espongano pubblicamente i loro risultati.

I documenti delle specifiche di analisi del CBD differiranno da un laboratorio all'altro, ma utilizzando Cibdol come riferimento, dovrebbero contenere una suddivisione completa di quanto segue:

• Composti presenti
• % dei rapporti
• Credenziali di laboratorio
• Numero del campione e del lotto

Utilizzando questi dettagli, potrai controllare rapidamente e facilmente cosa contiene esattamente ogni prodotto CBD. I test indipendenti di terze parti sono un must assoluto se si desidera consumare i prodotti CBD in sicurezza ed evitare il rischio di un risultato positivo del test antidroga.

Conclusione: L'olio di CBD renderà un test antidroga positivo?

No. A condizione che i prodotti CBD soddisfino lo standard corretto, non dovrebbero generare un risultato positivo del test per il THC. Se stai cercando un olio di CBD che contenga livelli di THC garantiti al di sotto della soglia legale, l'attuale leader di mercato è Cibdol. L'olio di CBD Cibdol è tra i più puri disponibili, proviene da canapa coltivata biologicamente ed estratto utilizzando l'estrazione con CO₂ supercritica ed un processo di filtrazione brevettato.

Tutta la nostra procedura è condotta in condizioni rigorose per garantire la massima trasparenza ed efficienza. Tutti i nostri prodotti sono testati e confermati del loro contenuto da una rispettabile organizzazione di terze parti. Fai il tuo test antidroga con sicurezza grazie all'olio di CBD Cibdol.

Sei pronto a sperimentare di persona l'influenza che migliora il benessere dell'olio di CBD verificato da terze parti? Visita il negozio Cibdol per una selezione completa di oli di CBD a spettro completo, integratori, creme e altro ancora. E per saperne di più sul cannabidiolo, cosa rende un olio di CBD di qualità e molto altro, dai un'occhiata alla nostra Enciclopedia del CBD.

Di quale prodotto ho bisogno?
As Seen On: