La Differenza fra Oli di CBD, di Semi di Canapa e di Cannabis
La Differenza fra Oli di CBD, di Semi di Canapa e di Cannabis

Quando si parla di oli al CBD, non mancano certo i termini che creano confusione o disorientamento. Per complicare ulteriormente la questione, esiste anche una varietà di differenti tipi di oli tutti in stretta correlazione con il CBD. Sia gli utilizzatori esperti che i neofiti si sono senza dubbio imbattuti nei termini “olio di semi di canapa” e “olio di cannabis” durante le loro ricerche di informazioni sul CBD. Per capire come si distinguano tutti questi prodotti, sarà d'aiuto partire dalle origini: la specie Cannabis sativa.

Farsi un'idea dei differenti oli

C. sativa è una categoria ampia, che comprende sia la canapa che le varietà di cannabis (marijuana) ricreativa/medicinale. Sia l'olio di CBD che quello di semi di canapa provengono dalla canapa, ma ciascuno di essi sfrutta distinte parti della pianta. L'olio di cannabis, dal canto suo, proviene esclusivamente dalla marijuana. E mentre tutti e tre gli oli derivano dalla stessa specie, ciascuno di essi esercita un impatto molto distinto di cui bisogna essere a conoscenza. Tenendo a mente questo, possiamo ora immergerci nelle proprietà generali di ciascun tipo di olio e nei loro potenziali effetti.

Cosa è l'olio di CBD?

Cominciamo dalla categoria più importante, l'olio di CBD. Per produrre olio di CBD, la pianta di canapa viene sottoposta a macinazione, estrazione, decarbossilazione, filtrazione e distillazione. Ciò che rimane è una formula concentrata dei composti chimici della pianta: cannabinoidi e terpeni. In questo caso, il cannabinoide prevalente è il CBD, ma la canapa contiene anche un ampio spettro di altri composti potenzialmente benefici. Una cosa che l'olio di CBD non contiene in quantità significative è il THC. Infatti, perché l'olio di CBD possa essere venduto legalmente nell'UE, non deve contenere più dello 0,2% di THC (una quantità trascurabile). Pertanto, non esiste la possibilità che l'olio di CBD vi faccia “sballare”.

I flaconi di olio di CBD sono disponibili in una gran varietà di misure e concentrazioni (%) e possono contenere una formula a spettro completo, ad ampio spettro o isolata. La concentrazione indica quanti milligrammi di cannabidiolo (CBD) sono contenuti in ogni flacone, ed influisce sulla potenza e durata degli effetti. Tipicamente il CBD viene mischiato con olio d'oliva, per migliorarne l'assorbimento quando lo si assume. Ma il CBD viene combinato anche con olio di semi di cumino nero ed olio di semi di canapa per apportare altri benefici nutrizionali secondari.

Vantaggi dell'olio di CBD

Gli oli di CBD contengono il cannabinoide non-psicotropo cannabidiolo. Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, il CBD ha “un buon profilo di sicurezza,” con “nessun effetto indicativo di abuso”. Il cannabinoide si mostra anche molto promettente come ausilio nel trattamento di tutta una serie di disturbi della salute, oltre che per apportare possibili miglioramenti al benessere generale. Le proprietà del CBD appaiono notevoli, ma resta ancora molto da apprendere riguardo al pieno potenziale di questo cannabinoide.

La Differenza fra Oli di CBD, di Semi di Canapa e di Cannabis

Cosa è l'olio di semi di canapa?

L'olio di semi di canapa viene prodotto pressando a freddo i semi di canapa, che non contengono alcun cannabinoide. A meno che su un prodotto non sia indicato in maniera specifica che contiene CBD, esso non eserciterà lo stesso effetto terapeutico dell'olio di CBD. I due vengono facilmente confusi poiché sia l'olio di CBD che quello di semi di canapa sono ricavati dalla canapa. Molti negozi e supermercati di alta gamma sono forniti di olio di semi di canapa per il suo elevato valore nutrizionale.

Vantaggi dell'olio di semi di canapa

Certamente, soltanto perché l'olio di semi di canapa non contiene CBD, questo significa che non abbia alcuna utilità. Infatti, non solo è ricco di antiossidanti, proteine e amminoacidi, ma contiene anche acidi grassi omega 3 e 6. Come componente di una dieta equilibrata, l'olio di semi di canapa è un prezioso integratore nutrizionale.

Dovremmo aggiungere una nota finale e menzionare il fatto che potete prendere CBD miscelato con un vettore di olio di semi di canapa. Questi tipi di oli combinano l'azione terapeutica del CBD con i benefici nutrizionali dell'olio di semi di canapa. Per evitare confusione fra i differenti tipi di oli, controllate sempre gli ingredienti del prodotto. Qui potrete leggere di più sulle differenze fra vettori all'olio d'oliva e vettori all'olio di semi di canapa.

Cosa è l'olio di cannabis?

Prodotto esclusivamente a partire da varietà di marijuana, questo tipo di olio è ricco di tetraidrocannabinolo (THC). Gli oli di cannabis sono considerati illegali in gran parte dei Paesi a causa degli effetti secondari psicotropi che comportano. Certi studi suggeriscono che il THC potrebbe essere utile come ausilio nel trattamento della nausea provocata dalla chemioterapia (fra altre applicazioni potenziali), ma per una significativa maggioranza di utilizzatori gli oli di cannabis non sono adatti.

L'olio di cannabis contiene solitamente del CBD, sebbene in quantità spesso minori rispetto all'olio al CBD. Certi oli di cannabis contengono una proporzione di 1:1 di CBD e THC, ma questi vengono venduti perlopiù in aree dove la cannabis ricreativa è legale.

Per assicurarvi che non state acquistando un olio con elevati livelli di THC, controllate sempre che il produttore sia in grado di verificare il contenuto dei suoi oli tramite dei test eseguiti da terze parti. Potete vedere un esempio dei risultati riguardanti i nostri lotti sulla nostra pagina Analisi CBD.

Di quale prodotto ho bisogno?
As Seen On: