Cosa Sono i Flavonoidi?

Cosa Sono i Flavonoidi?

I flavonoidi rappresentano una piccola porzione dei composti fitochimici all'interno della pianta di canapa, ma non per questo sono meno importanti. Prosegui la lettura per scoprire tutto ciò che c'è da sapere su queste molecole variopinte.

Qual è il ruolo dei flavonoidi?

Dai un'occhiata al reparto ortofrutta del tuo supermercato: qual è la prima cosa che osservi? Probabilmente, una straordinaria gamma di colori! Dai peperoni rossi alle arance, dalle cipolle ai mirtilli, all'uva, tutti questi ortaggi esibiscono delle tonalità vibranti grazie a delle particolari sostanze—i flavonoidi!

I flavonoidi sono minuscoli fitonutrienti presenti nella buccia e nello strato esterno di frutta, verdura e piante. Ogni colore rappresenta un diverso flavonoide e attira insetti impollinatori, filtra i raggi UV o protegge dai parassiti.

Per fortuna, le proprietà dei flavonoidi si estendono ben oltre gli ortaggi e le specie vegetali. Gli scienziati hanno infatti scoperto che queste molecole potrebbero svolgere il ruolo di antiossidanti naturali all'interno del corpo umano. Prima di analizzare nel dettaglio gli effetti dei flavonoidi sul nostro organismo, è utile sapere dove è possibile trovare queste molecole in natura.

Dove si trovano i flavonoidi?

Facciamo un po' di chiarezza: il termine "flavonoidi" viene usato per indicare quattro diversi gruppi di molecole: i flavonoidi, gli isoflavoni, i neoflavonoidi e le antocianine. Ad ogni modo, per una maggiore semplicità, si tende ad utilizzare il termine generico flavonoidi. L'unica importante distinzione è rappresentata da un insieme di flavonoidi presenti esclusivamente nelle specie di Cannabis sativa: le cannaflavine.
Ma di questo parleremo successivamente.

Non lasciarti intimorire dall'idea di dover ricordare oltre 6.000 flavonoidi suddivisi in quattro diverse categorie. Gli scienziati hanno appena iniziato ad esaminare ogni gruppo separatamente.

Per ora, è sufficiente evidenziare i flavonoidi principali, molti dei quali sono presenti in alimenti di uso comune, bevande e piante.

Esempi di flavonoidi

• Apigenina

Circa il 68% dei flavonoidi prodotti dalla pianta della camomilla sono apigenine. Questa sostanza è presente anche nel prezzemolo, nel sedano e, ovviamente, negli infusi alla camomilla.

• Cannaflavine A, B, C

Come accennato in precedenza, le cannaflavine sono un particolare gruppo di flavonoidi, presenti esclusivamente nelle specie di Cannabis sativa. Le cannaflavine A e B sono state scoperte negli anni ’80, mentre la cannaflavina C è stata isolata solo nel 2008.

• Kaempferolo

Forse non conosci il nome di questo flavonoide, ma lo assumi regolarmente! Il kaempferolo è presente nelle mele, nell'uva, nel tè verde, nei cavolini di Bruxelles e nella pianta di aloe vera.

• Quercetina

La quercetina è presente in diversi vegetali e cereali, e nelle cipolle rosse. Ha un sapore aspro e viene spesso inserita all'interno di integratori alimentari e bevande.

Esempi di flavonoidi

Meccanismo d'azione dei flavonoidi

Dal momento che esistono oltre 6.000 flavonoidi diversi, è impossibile stabilire con certezza in che modo, e a che livello, ciascuno di essi interagisce con il corpo umano. Occorre poi considerare l'effetto entourage, un potente fenomeno secondo il quale l'azione combinata di varie sostanze genera effetti amplificati. Ovviamente, più la molecola è grande, maggiori saranno i suoi effetti—è per questo che cannabinoidi e terpeni sono considerati i protagonisti dell'effetto entourage.

Ad ogni modo, anche i flavonoidi sono fondamentali per il mantenimento di questa sinergia chimica. Essi potrebbero svolgere un ruolo chiave per il nostro benessere, e sono privi di tossicità. Di conseguenza, è possibile introdurli nel proprio regime alimentare senza rischi, ottenendo potenziali effetti benefici.

I flavonoidi sono benefici per l'organismo?

Partiamo innanzitutto dal concetto che i flavonoidi non sono affatto nocivi per l'organismo. Queste molecole sono naturalmente presenti in frutta e verdura, alimenti essenziali per uno stile di vita sano. Inoltre, diversi studi mostrano una correlazione positiva tra assunzione di flavonoidi e benessere.

Per ora l'estensione di tali effetti positivi è ancora oggetto di studio. Sappiamo però che i flavonoidi esibiscono potenziali capacità antiossidanti.

Nel 2016, il Journal of Nutritional Science ha stilato un resoconto dettagliato sui flavonoidi. Il documento asseriva che “i flavonoidi sono ormai considerati componenti indispensabili in diverse applicazioni farmaceutiche, medicinali e cosmetiche”. I flavonoidi agiscono su diversi aspetti della fisiologia umana, e gli scienziati sono arrivati ad ipotizzare che queste molecole siano potenzialmente in grado di “prevenire malattie croniche”. Tuttavia, è indispensabile svolgere indagini più approfondite per determinare le reali capacità di queste sostanze.

Perché i flavonoidi sono importanti

Siamo onesti: un mondo senza colori sarebbe davvero noioso. Ma piante ed alimenti privi di flavonoidi lo renderebbero davvero tremendo. I flavonoidi svolgono un ruolo importante nell'effetto entourage—e potrebbero persino rivelarsi ottimi alleati contro i processi ossidativi.

Per fortuna, le ricerche hanno già iniziato ad individuare le proprietà di ciascun flavonoide. Sappiamo già che i flavonoidi elencati in precedenza possono influire sul nostro organismo. Tuttavia, considerando l'elevato numero di flavonoidi esistenti, c'è ancora molto altro da scoprire. Ad ogni modo, ci auguriamo che questo piccolo elenco di flavonoidi si riveli utile e ribadisca l'importanza di una dieta (e di oli di CBD a spettro completo) ricca di queste molecole.

Se vuoi sperimentare la potenza dell'effetto entourage, scopri il nostro assortimento di oli di CBD a spettro completo, capsule, ed integratori nel nostro negozio Cibdol. Per maggiori informazioni sui vari tipi di flavonoidi e la loro provenienza, consulta la nostra Enciclopedia CBD.

Di quale prodotto ho bisogno?
As Seen On: