About the author
Sources
Fonti

[1] Carlson L., Garland S. (2005). Impact of mindfulness-based stress reduction (MBSR) on sleep, mood, stress and fatigue symptoms in cancer outpatients. International Journal of Behavioral Medicine, 12(4):278-285. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/16262547/. [Fonte]

Back

Come Affrontare lo Stress sul Lavoro

Come Affrontare lo Stress sul Lavoro

Sebbene il nostro corpo abbia la capacità di sopportare la pressione, lo stress prolungato può avere un grave impatto sulla salute mentale e fisica. Se ne sente spesso parlare sui posti di lavoro, dove lo stress cronico influisce sulla produttività, sulla partecipazione, sulla motivazione ed altro ancora. Continuate a leggere per scoprire come potete imparare ad affrontare lo stress legato all'attività lavorativa.

Cause di stress sul lavoro

Ci sono molte ragioni per cui una persona può soffrire di stress sul lavoro e non esistono mai due situazioni uguali. Non solo il lavoro e le responsabilità differiscono da persona a persona, ma anche la risposta allo stress. Quando iniziamo un nuovo lavoro tendiamo a sentirci stressati se venivamo sovraccaricati di impegni, mentre la scintilla scatenante per un manager potrebbe essere la gestione simultanea di più progetti.

Altri potenziali fattori che potrebbero scatenare lo stress sul lavoro includono:

• Scadenze impossibili da rispettare
• Poche prospettive di fare carriera
• Inadeguato equilibrio tra vita privata e lavoro
• Cattiva gestione
• Ambiente di lavoro (mentalmente o fisicamente) esigente

Riconoscere i momenti in cui siamo stressati e prendere provvedimenti per gestire o risolvere la situazione è essenziale per mantenere alto il nostro umore e il nostro benessere.

L’impatto dello stress sul lavoro

Ne abbiamo già parlato in precedenza, ma lo stress legato al lavoro colpisce la mente ed il corpo in molteplici modi. Ancora una volta, non esiste una regola universale sul modo in cui lo stress vi influenzerà sul lavoro. Ognuno di noi reagirà in modo diverso a seconda della propria situazione, il proprio stile di vita e le proprie capacità di gestire lo stress.

Lo stress sul lavoro può manifestarsi sotto forma di:

• Letargia
• Scarsa creatività
• Persistenti preoccupazioni o sensazioni di angoscia
• Difficoltà a concentrarsi
• Mal di stomaco
• Inappetenza

Inoltre, se lo stress è causato da una cattiva gestione del proprio lavoro, questo potrebbe influenzare le prestazioni aziendali, aumentare il tasso di abbandono del lavoro ed i ritardi e compromettere le relazioni con i colleghi e la qualità complessiva del lavoro e dei prodotti.

In quali occasioni lo stress sul lavoro degenera in sindrome da burnout?

Forse uno dei peggiori sintomi dello stress da lavoro è il cosiddetto “burnout”. Sebbene questa sindrome non abbia una vera e propria diagnosi clinica, di solito è il risultato di uno stress persistente ed implacabile sul lavoro. Tale situazione non solo può minare l’autostima di una persona, ma può anche toglierle qualsiasi soddisfazione ed interesse verso il lavoro.

Non possiamo prevedere quando il nostro corpo mostrerà i primi sintomi di burnout. Tuttavia, di solito, affiora dopo un forte stress accumulato per giorni o dopo una serie infinita di scadenze a breve termine. Lo stress occasionale può aiutare ad aumentare la concentrazione e la frequenza cardiaca ma, se dovesse persistere giorno dopo giorno, può facilmente creare la sindrome da burnout.

Come affrontare lo stress sul lavoro

Mentre l’esercizio e la dieta possono aiutare a gestire l’impatto fisico dello stress, è difficile sapere da che parte cominciare quando si devono affrontare dei sintomi psicologici. Qui di seguito troverete alcune semplici azioni ed attività che possono aiutarvi.

1. Pianificare ed assegnare la giusta priorità agli impegni

Non importa quanto organizzati siate sul lavoro, il caos delle scadenze di fine anno può creare scompiglio nella vita di chiunque. Identificare le vere priorità è essenziale per mantenere il controllo del carico di lavoro.

Dopo aver selezionato i progetti secondari che possono aspettare, assicuratevi di farlo sapere al resto del vostro team o al vostro manager, offrendo una tempistica ragionevole per il completamento delle attività. Non solo il vostro carico di lavoro vi sembrerà molto più facile da gestire, ma eviterete sorprese improvvise o aspettative irrealistiche da parte del vostro capo.

2. Far sentire la propria voce

Non tenetevi dentro quello che vorreste dire sul posto di lavoro, soprattutto se siete stressati. A meno che non siate l’unico membro della vostra azienda, potete stare certi che troverete altri colleghi che la pensano come voi. E, a meno che il vostro capo non si riveli un tiranno, riconoscerà l’importanza di una forza lavoro felice e motivata.

Spiegate agli altri le vostre preoccupazioni sul carico di lavoro e sulle tempistiche da rispettare. Il più delle volte c’è spazio per il compromesso, che non andrà a danneggiare la vostra posizione lavorativa.

3. Trovare tempo per sé stessi

Anche se probabilmente non è realistico prenotare una vacanza di due settimane alle Bahamas per ritrovare un po’ di pace, solo dieci minuti di meditazione consapevole[1] possono fare miracoli. In alternativa, provate a fare una passeggiata durante la pausa pranzo o ritagliatevi un po' di tempo per guardare a fine giornata la vostra serie preferita su Netflix.

4. Trovate qualcosa di entusiasmante a cui aspirare

Trattarsi bene non dev’essere un gesto grandioso. Qualcosa di semplice come prenotare una cena con il proprio partner può rendere un po’ più gestibile una settimana di lavoro. Invece di concentrarvi sulle imminenti scadenze, avrete un’attività, un oggetto o un appuntamento a cui aspirare.

5. Concentrarsi sugli aspetti positivi

È fin troppo facile lasciarsi prendere da tutto ciò che va o potrebbe andare storto. Questo meccanismo è ancora più comune quando la pressione è alta e i livelli di stress sono ai massimi storici. La realtà è che i successi sul lavoro non si ottengono solo con progetti monumentali. Si tratta semplicemente di imparare a scovarli.

Se state passando un periodo impegnativo, alla fine di ogni giornata provate a pensare agli obiettivi più entusiasmanti che avete raggiunto. Presto vi renderete conto che, anche se il vostro carico di lavoro è raddoppiato, state facendo grandi progressi.

CBD e stress

Lo stress è una complessa reazione psicofisica che normalmente non scompare con una singola azione. Uno dei migliori approcci per gestire lo stress è provare varie strategie, affrontando eventuali carenze nel proprio stile di vita. Fare più attività fisica, seguire una dieta equilibrata e praticare le tecniche sopra evidenziate possono aiutare ad affrontare lo stress legato al lavoro.

Tuttavia, esiste un altro metodo che lavora in sinergia con le strategie appena riportate. Il suo ruolo è quello di integrare l'organismo con composti che vi aiuteranno a raggiungere l’equilibrio di cui avete bisogno. Provate il CBD, il cannabinoide 100% naturale derivato dalla canapa industriale. Interagisce con i recettori del sistema endocannabinoide sparsi in tutto il nostro corpo per aiutare a regolare funzioni come umore, appetito e sonno.

Se considerate che lo stress sul vostro posto di lavoro possa influenzare negativamente tutte queste aree (ed altre), allora provate ad usare il CBD come integratore con cui mantenere in equilibrio il vostro corpo. Dopotutto, è proprio quando la nostra mente e il nostro corpo lavorano insieme che ci sentiamo in piena forma. Se le scadenze lavorative o i manager iniziano a deprimervi, il benessere mentale e fisico faciliterà i vostri sforzi per superare lo stress sul lavoro.

Sul mercato potete trovare diversi prodotti contenenti CBD, come oli, capsule, caramelle gommose ed altro, il che rende incredibilmente facile aggiungerlo ad una routine quotidiana di benessere. Scegliete il vostro prodotto preferito ed il metodo di applicazione ed iniziate assumendo la dose minima raccomandata. Ascoltate il vostro corpo ed aumentate il dosaggio se necessario, fino a quando non troverete l’effetto ottimale per voi.

Se volete provare un CBD di alta qualità, visitate il negozio Cibdol per una selezione completa di oli, capsule, creme ed altro ancora. Oppure, se volete saperne di più sull’impatto fisico e mentale dello stress, consultate la nostra Enciclopedia CBD per scoprire tutto ciò che c’è da sapere.

Author
Luke Sholl

Title/author.

Luke Sholl
Con oltre un decennio di esperienza come scrittore in ambito di CBD e cannabinoidi, Luke è un giornalista affermato, nonché il principale autore di articoli per Cibdol ed altre pubblicazioni a tema cannabis. Sempre impegnato a presentare contenuti autentici, basati su prove reali, ha esteso il suo interesse per il CBD ai settori del fitness, della nutrizione e della prevenzione delle malattie.
Luke Sholl

Title/author.

Luke Sholl
Con oltre un decennio di esperienza come scrittore in ambito di CBD e cannabinoidi, Luke è un giornalista affermato, nonché il principale autore di articoli per Cibdol ed altre pubblicazioni a tema cannabis. Sempre impegnato a presentare contenuti autentici, basati su prove reali, ha esteso il suo interesse per il CBD ai settori del fitness, della nutrizione e della prevenzione delle malattie.
Fonti

[1] Carlson L., Garland S. (2005). Impact of mindfulness-based stress reduction (MBSR) on sleep, mood, stress and fatigue symptoms in cancer outpatients. International Journal of Behavioral Medicine, 12(4):278-285. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/16262547/. [Fonte]

Di quale prodotto ho bisogno?
As Seen On: