Il CBD Può Favorire la Concentrazione?

Pubblicato:

Le critiche contro il CBD e l'impatto di questa sostanza sulla concentrazione

Esistono molti luoghi comuni errati associati agli effetti del CBD. Per via del legame tra questo cannabinoide e la specie Cannabis sativa, molti suppongono che la molecola sia controproducente per chi ha bisogno di restare vigile e concentrato.

Molte persone pensano che, poiché il THC (cugino psicotropo del CBD) riduce la capacità di concentrazione, anche il CBD produca lo stesso effetto. Ma non è così. La struttura chimica del CBD non permette un legame con i recettori CB1—associati a motivazione e umore—allo stesso livello di affinità del THC.

Inoltre, nel 2018, l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha sottoposto il CBD ad una approfondita revisione. Dopo aver esaminato tutte le ricerche scientifiche disponibili, l'istituzione ha concluso che “il CBD non mostra alcun effetto potenzialmente associabile ad abuso o dipendenza”, aggiungendo che “al momento, non esistono prove dell'uso di CBD a scopo ricreativo, né di problemi di salute pubblica associati al consumo di CBD puro”.

Ora sappiamo che il CBD, a quanto pare, non influisce negativamente sulle nostre capacità mentali. Possiamo passare alla questione successiva—il CBD può migliorare la nostra abilità di concentrazione? Per rispondere alla domanda dobbiamo comprendere meglio i fattori che influiscono sulla nostra capacità di attenzione e concentrazione.

Perché abbiamo difficoltà a concentrarci sulle nostre mansioni?

Potrebbe trattarsi semplicemente di una radio che suona in sottofondo, ma quando è necessario concentrarsi, anche il più piccolo rumore può distrarre. In questi casi, la soluzione è facile—eliminare l'elemento di disturbo. Tuttavia, la tecnologia non è l'unica responsabile dei nostri problemi di concentrazione. La mancanza di sonno, lo stress e i disturbi cognitivi possono influire notevolmente sulla nostra capacità di attenzione.

Gli effetti della privazione del sonno sulle performance cognitive sono ben illustrati in un articolo pubblicato su Neuropsychiatric Disease and Treatment. È stato evidenziato che la mancanza di sonno può causare una riduzione delle funzionalità cognitive, aumentando i livelli della molecola neurochimica cortisolo. In condizioni normali, bassi livelli di cortisolo sono utili per stimolare la risposta fisiologica dell'organismo in caso di stress.

Ad ogni modo, una seconda ricerca, condotta dalla University of Limburg, ha rilevato che livelli di cortisolo più elevati possono provocare una diminuzione dell'attenzione. Combinando stress e mancanza di riposo, si ottengono risultati disastrosi sulle capacità di concentrazione.

Cosa dice la scienza riguardo gli effetti del CBD sulla nostre abilità di concentrazione?

Se fate parte dei milioni di persone che soffrono di insonnia e si sentono spesso stressati, potreste pensare che le vostre possibilità di migliorare la concentrazione siano limitate. A quanto pare, anche secondo gli esperti i rimedi sono scarsi. Per questo hanno rivolto la loro attenzione al CBD.

Non esistono studi specifici relativi all'impatto del CBD sulla concentrazione. Tuttavia, sono state svolte alcune indagini sugli effetti della molecola nei confronti di sonno e stress. Questi due fattori influiscono negativamente sulla nostra capacità di concentrazione, pertanto i risultati dello studio potrebbero fornire dati importanti.

Iniziamo dallo studio sui legami tra sonno e CBD. In un esperimento durato cinque giorni, gli scienziati del Department of Neuroscience and Behaviour alla University of São Paulo hanno somministrato 2,5, 10 e 40mg/kg di CBD a ratti adulti. I risultati indicano che “la somministrazione acuta di CBD sembra aumentare il periodo di sonno totale, oltre ad aumentare la latenza del sonno durante le ore diurne”.

Questi risultati sembrano promettenti, tuttavia molte persone hanno difficoltà ad addormentarsi. Lo stress è un noto fattore responsabile dell'interruzione del ciclo del sonno. Cosa dice la scienza riguardo gli effetti del CBD sullo stress?

Uno studio pubblicato nell'_International Journal of Neuropsychopharmacology_ ha rilevato effetti ansiolitici nei ratti a cui era stato somministrato CBD, grazie all'azione della molecola sulla segnalazione endocannabinoide. Tali risultati suggeriscono il coinvolgimento del sistema endocannabinoide nella gestione della reazione allo stress, ma i test su soggetti umani sono ancora in corso.

Cosa sappiamo su CBD e capacità di attenzione

In base ai risultati descritti in precedenza, il CBD potrebbe potenzialmente rappresentare un rimedio per i problemi di concentrazione. La molecola non può rimuovere gli elementi di distrazione, come il telefono o i rumori dell'ufficio, ma potrebbe influire positivamente sul ciclo del sonno e sulla risposta fisiologica allo stress—due fattori essenziali per favorire la concentrazione.

È importante notare che gli studi sopracitati, e molti altri, sono ancora in fase pre-clinica o condotti su cavie animali, quindi c'è ancora molto da scoprire riguardo gli effetti del CBD. Se siete interessati alle potenzialità del CBD su sonno, stress o concentrazione, consultate sempre un medico prima di prendere qualsiasi decisione.

Iscriviti alla nostra newsletter ed approfitta di uno sconto del 10% di sconto su un ordine

Di quale prodotto ho bisogno?