Quale È Lo Stile Di Vita Blue Zone E In Che Modo Viene Influenzato Dallo Stress?

Pubblicato:

Che cosa sono le Blue Zones?

Nel 2008, un uomo di nome Dan Buettner pubblicò un libro intitolato "Le Zone Blu: lezioni per vivere più a lungo". Il contenuto di questo libro voleva trasformare il modo in cui vediamo la nostra ricerca di una vita più lunga e sana. Non si trattava dell'ultima dieta alla moda o di andare in palestra tutti i giorni. Buettner, insieme a National Geographic e a un gruppo di scienziati, ha individuato cinque aree nel mondo in cui le persone vivono più a lungo. Dopo la classificazione come Zone Blu, il cibo, lo stile di vita e le abitudini sociali delle persone che vivevano in queste aree sono stati osservati e registrati.

map of blue zones

Buettner e il suo team hanno scoperto che anche se ogni zona blu era separata geograficamente, c'erano quattro somiglianze nel modo in cui ogni popolazione viveva la propria vita. Le persone si impegnavano in un regolare esercizio fisico a bassa intensità, sapevano quando prendersi una pausa per riposare, mangiavano e bevevano all’interno di una dieta bilanciata, principalmente a base di vegetali, e infine avevano una rete di persone fidate con cui socializzare, sia che fosse attraverso i familiari, gli amici o la religione.

Il risultato? Le persone di ciascuna Zona Blu vivevano più a lungo, avevano un tasso minore di malattie croniche ed erano più attive. Nelle Blue Zones esiste una popolazione sostanzialmente più ampia di centenari. Gli abitanti di queste zone si prendono cura sia della propria mente, sia del proprio corpo. Sembra facile, ma nella società moderna prendersi cura delle nostre menti ci sembra spesso qualcosa di poco utile.

Perché è così difficile adottare lo stile di vita Blue Zone?

Scritti su un pezzo di carta, i principi di uno stile di vita Blue Zone sembrano piuttosto semplici. E non solo appaiono semplici, ma sono in teoria tutti facili da adottare. La difficoltà arriva quando si guarda in che modo ciascun principio ha la priorità. Visualizza una piramide divisa in quattro blocchi: partendo dall'alto procedendo verso il basso, gli strati sono i seguenti: muoversi in modo naturale, avere una giusta prospettiva, mangiare in modo saggio e, alla base, i contatti sociali.

Essere connessi a una rete di persone con le quali parlare, costituisce le fondamenta per vivere una vita più lunga e più sana. Perché uno stile di vita Blue Zone funzioni è necessario avere una rete di individui dei quali possiamo fidarci, coi quali stare insieme, condividere valori simili e creare un senso di appartenenza. Nella società moderna, rilassarsi insieme agli amici o alla famiglia è l'ultima cosa che sentiamo di dover fare. Prima di questo solitamente si pensa al lavoro e a finire in tempo la nostra ultima grande presentazione.

Il problema sono i nostri telefoni, le e-mail, i social media, gli impegni finanziari: vengono tutti prima di prenderci anche solo cinque minuti per fare il punto e riposare le nostre menti. Lo stress si trova dietro ogni angolo e senza una sua corretta gestione adottare lo stile di vita Blue Zone risulta incredibilmente difficile.

image of garden dinner and happy falimy

Stress e scelte dietetiche

Lo stress non ha solo un impatto sulla nostra capacità di rilassarci alla fine della giornata. Quante volte siamo tornati a casa stressati da scuola o dal lavoro e siamo andati direttamente al frigo o al menu da asporto? Hai avuto una giornata difficile, quindi ti meriti qualcosa di veloce e semplice. Dopotutto, il tempo è prezioso.

Di solito, i cibi pronti sono sempre elaborati e ricchi di grassi. Questo non vuol dire che mangiare con moderazione qualsiasi cosa sia sbagliato, ma i legami tra stress e alimentazione indicano una relazione problematica. Quando siamo stressati, consumiamo più facilmente una maggiore quantità di prodotti pieni di zuccheri e grassi. Se si aggiunge una ridotta capacità di gestire lo stress, le scelte dietetiche peggiorano ancora. La correlazione tra le due cose è stata ben documentata dall'Università del Texas nell'ambito di alcuni progetti di ricerca.

Ci stressiamo perché il nostro peso non è quello che vogliamo, principalmente a causa della dieta. Ma a sua volta, lo stress ci porta a mangiare cibi malsani. Come dimostra la ricerca del NCBI, incoraggiare i bambini a stare in ambienti a basso stress li rende più propensi a scegliere frutta rispetto agli spuntini preconfezionati. Piuttosto che preoccuparsi di cosa mangiare, se iniziassimo a gestire il nostro stress? La decisione di mangiare più sano sarebbe percepita come naturale, piuttosto che come una cosa forzata. I benefici potrebbero estendersi non solo nel breve termine, ma anche nel corso di tutta la vita. L'NCBI ha anche aggiunto che "Lo stress può aumentare a lungo termine i rischi di malattie, portando la dieta in una direzione più malsana".

Stress ed esercizio fisico

Il più delle volte siamo così assorti in impegni lavorativi o domestici che fare una camminata veloce per liberare la mente resta in fondo all'agenda. Se, come la maggior parte delle persone, hai avuto a che fare con le dinamiche dell'ufficio e le scadenze più ridicole dal lunedì al venerdì, l'ultima cosa che vuoi fare è andare a fare una corsa leggera il sabato mattina. I fine settimana sono fatti per riposare, giusto?

Ancora una volta, si tratta di rompere il ciclo di auto-perpetuazione delle cose. È stato dimostrato mille volte che l'esercizio fisico ci aiuta a ridurre i livelli di stress, a dormire meglio e ad avere un miglioramento nei disturbi dati dall'ansia. È anzitutto proprio lo stress che ci impedisce di alzarci e fare brevi raffiche di attività fisica.

Un modo fantastico di uscire e fare un giro è tirare dentro un amico o partecipare a un'attività di gruppo. Questo non solo ti toglie da alcune attività che portano all’isolamento, ma può aiutare a vicenda nella motivazione. Niente dice "Sono un grande migliore amico" come trascinare la gente fuori dal letto per una passeggiata nel parco.

father and son biking

Stress e impegno sociale

È finora chiaro che lo stress ha un impatto sulla nostra motivazione all'esercizio fisico e sulle nostre scelte alimentari. Con già due dei quattro principi dello stile di vita Blue Zone influenzati negativamente, sicuramente lo stress influisce anche sulla nostra capacità di socializzare.

Uno studio pubblicato da Nature Review Neuroscience ha rilevato che "gli effetti dello stress sul comportamento sociale dipendono dal tempo, dalla durata e dal tipo di esposizione allo stress". Aggiungendo che "l’emarginazione sociale e l'aggressività sono una conseguenza tipica dell'esperienza di livelli di stress elevati e persistenti".

Se non prendiamo tempo per rilassare le nostre menti e toglierci lo stress, allora quasi tutte le situazioni potrebbero causare "livelli persistenti di stress". Il risultato successivo è che iniziamo a rimanere in casa e socializzare di meno. C'è una frase tipica delle zone blu che suona molto vera: "Un problema condiviso è un problema dimezzato". Forse la risposta alla riduzione dello stress è parlarne con gli altri?

Stress e motivazione nella vita

Fin dalla tenera età, non è raro che la vita segua un percorso predefinito. Educazione, lavoro e poi dopo aver superato anni di lavoro vai in pensione nella speranza di fare qualcosa con il tuo tempo libero.

a man on mountain top

Quel "qualcosa", o il senso di avere qualcosa nella vita, non deve essere lavoro, non deve essere religione, deve solo essere qualcosa. Il nostro desiderio di vivere con un significato è unico della specie umana. Spesso avere un obiettivo o uno scopo ci consente di superare grandi avversità, e questo a sua volta combatte direttamente lo stress. Non importa che tu stia badando ai nipoti, pescando o prendendo cura degli animali: la motivazione ad ottenere un risultato ci dà la stessa prospettiva positiva di chi vive nelle zone blu. Con un senso di motivazione, gli altri requisiti per una vita lunga e sana iniziano a prendere il loro posto.

Lo stile di vita Blue Zone è tutto basato sull'equilibrio

Improvvisamente, l'elenco delle caratteristiche che compongono lo stile di vita Blue Zone sembra abbastanza scoraggiante. Qui però il segreto è che le persone delle regioni Blue Zone non fanno nulla di anormale. Bevono vino rosso, si concedono ai piaceri della vita, vanno al lavoro, si prendono cura della famiglia, si stressano, probabilmente decidono anche di rimanere soli a volte. Ciò che fanno, tuttavia, è un lavoro migliore nel gestire tutti questi aspetti con moderazione.

Ti stresserai, ma poi ti prenderai 5 minuti per rilassarti. Berrai un paio di bicchieri di vino, ma ti limiterai a un paio. L'esercizio fisico non deve essere di tre ore in palestra: basta camminare intorno all'isolato. Scopriamo quindi che la chiave per una vita lunga e sana può essere riassunta in una parola: equilibrio. Hai uno stile di vita equilibrato?

Ricerca Prodotti