La Salute È una Questione di Equilibrio – Facciamo Chiarezza sull’Omeostasi

Pubblicato:

Qual è la definizione di buona salute?

La ricerca di una buona salute di solito ci porta in palestra ogni anno a gennaio, ci incoraggia a provare la prossima dieta di moda e ad astenerci dal bere eccessivamente. Queste attività aiutano effettivamente a mantenere una buona salute, ma non esiste un solo esercizio, dieta o integratore che sia in grado di mantenere un continuo stato di benessere. È del tutto possibile bere un paio di bicchieri, saltare una sessione di ginnastica per restare a guardare un film e occasionalmente concedersi del cibo spazzatura. Perché? Perché la buona salute sta tutta nell'equilibrio o, parlando della fisiologia umana, nell'omeostasi.

L'omeostasi è una questione di equilibrio

image of a mother and a daughter playing

L'omeostasi è definita come ”la tendenza verso un equilibrio relativamente stabile tra due elementi interdipendenti“. Sembra una bella cosa ma per quanto riguarda il modo in cui viviamo ogni giorno la nostra vita, cosa significa?

Pensa al concetto di giorno e notte. Non puoi avere il giorno senza un corrispondente periodo di notte. Con troppe ore di luce non riusciremmo a dormire bene e a riposarci. Un impatto simile si verifica a condizioni invertite: senza luce avremmo un'oscurità perpetua e le piante inizierebbero a morire. La migliore situazione sarebbe un equilibrio tra i due casi, anche se naturalmente ci saranno sempre periodi di estremi, come l'inverno o l'estate. Gli stessi principi possono essere applicati quando si cerca di capire cos'è l'omeostasi e come può essere raggiunta.

Il progetto del nostro corpo è complicato. Una domanda comune sull'omeostasi è questa: ”Esiste un aspetto della nostra fisiologia su cui dovremmo concentrarci?“. L'omeostasi si applica all'intera nostra fisiologia. I meccanismi che operano all'interno del corpo richiedono condizioni equilibrate per funzionare in modo ottimale. Questa è la vera definizione di buona salute: uno stato in cui il nostro corpo gestisce tutti i suoi processi interni in modo equilibrato.

L'omeostasi ci richiede di bilanciare diversi meccanismi

Il nostro esempio del giorno e della notte, sebbene si adatti alla premessa di base dell'omeostasi, non è del tutto preciso. L’esempio del giorno e della notte considera solo una variabile, mentre l'omeostasi prende in considerazione centinaia di meccanismi diversi che sono tutti intrinsecamente collegati.

Invece di un solo asse per bilanciarci, ne abbiamo diversi. L'immagine sotto ti dà un'idea migliore usando una rappresentazione visiva di come funziona la nostra fisiologia. Pensa al sistema immunitario come ad un “mobile” appeso.

hanging mobile

Ogni asse rappresenta un processo diverso. Gli anelli sospesi da ciascun asse sono le molecole di segnalazione che dicono al nostro corpo cosa fare a seconda del sistema interno al quale appartengono. Nel nostro diagramma, l'esempio riguarda il sistema immunitario e gli anelli sono proteine citochine che indicano alle altre cellule cosa fare.

Il nostro equilibrio interno cambierà, ma non è una brutta cosa

Se per definizione l'omeostasi è uno stato di equilibrio, e l'equilibrio è la chiave per una mente e un corpo sani, cosa succede se incliniamo le aste troppo in una direzione? Bene, quasi tutti conoscete già la risposta. Come ti sei sentito l'ultima volta che ti è venuto un raffreddore? Stanco, congestionato, fatica a concentrarsi?

Prendi il diagramma della nostra fisiologia qui sotto. Sul lato destro, uno degli anelli è diventato agitato, segno che è stato infettato da un virus, in questo caso del comune raffreddore. L'anello si è infuriato, appesantendo il nostro sistema immunitario. Ora il mobile che rappresenta il nostro sistema immunitario, invece di trovarsi in uno stato di omeostasi, si è spostato e continuerà ad oscillare mentre il corpo tenta di affrontare l'infezione. I sintomi che sperimentiamo a causa del freddo sono creati dallo squilibrio.

immune system weighed down by imbalance

Per ripristinare l'equilibrio, il nostro sistema immunitario deve adattarsi in modo da tornare a uno stato di omeostasi. Una volta che l'infezione è stata debellata, ogni asse smetterà di fluttuare e si calmerà, ritornando in uno stato equilibrato. Il nostro corpo cercherà sempre naturalmente di tornare a uno stato di omeostasi, ma questa potrebbe differire dalla posizione originale che aveva prima del raffreddore. Questa è chiamata omeostasi dinamica. Il corpo umano fa un ottimo lavoro nel cercare di mitigare questi squilibri e, nonostante i molti movimenti che compie mentre affronta il problema, la maggior parte delle volte l'armonia sarà ripristinata.

I farmaci affrontano i sintomi, non i sistemi

Diciamo il più delle volte, perché nella maggior parte dei casi il comune raffreddore può essere sconfitto senza bisogno di integratori o farmaci. L'uso di farmaci per affrontare condizioni specifiche non dovrebbe essere necessariamente evitato, ma dovremmo considerare l'impatto che ha sulla capacità naturale del corpo di ripristinare uno stato di omeostasi.

Nello scenario descritto sopra, abbiamo contratto un raffreddore e il sistema immunitario si trova in uno stato di squilibrio. Diversi anelli sono diventati agitati e tutte le citochine legate al nostro sistema immunitario stanno cercando di ripristinare l'omeostasi. Questa volta, però, decidiamo di prendere qualche farmaco per guarire le cellule infette. La medicina funziona, ma applica una pressione supplementare sull'asse della cellula di cui si sta occupando. I farmaci sono progettati di solito per trattare i sintomi, non il sistema.

extra pressureOra, piuttosto che l'intero sistema immunitario che si sposta dinamicamente per ripristinare l'omeostasi, ciascun asse inizia a piegarsi sotto la pressione applicata dal farmaco. Tutta la tua fisiologia è sotto sforzo intenso. Aggiungi l’eventualità di una complicazione o di un'altra infezione e il peso diventa troppo grande perchè il nostro “mobile" possa gestirlo. Un asse si rompe. Il resto del sistema immunitario lotta disperatamente per ripristinare l'omeostasi, ma poiché l’oscillazione è così estrema possono verificarsi ripercussioni molto dannose.

system damaged

Ove possibile, dovremmo sostenere la capacità naturale del corpo di ripristinare uno stato di omeostasi

Una dieta a base vegetale ricca di sostanze nutritive e vitamine, un buon livello di esercizio fisico, un sonno adeguato, la cura della salute mentale: tutti questi fattori supportano la naturale capacità del corpo di ripristinare l'omeostasi. Proprio come l'esempio del giorno e della notte, non puoi avere uno senza l'altra: ci saranno lunghi periodi di oscurità. La chiave è aiutare il corpo a ripristinare il suo equilibrio naturale il più rapidamente possibile. Questi nostri diagrammi visivi possono essere applicati a qualsiasi processo fisiologico, ma il principio rimarrà lo stesso. La chiave per una buona salute si riduce all'equilibrio!

Iscriviti alla nostra newsletter ed approfitta di uno sconto del 10% di sconto su un ordine

Di quale prodotto ho bisogno?