Il CBD Può Essere la Chiave per una Vita Sana e Felice?

Pubblicato:

La visibilità del cannabidiolo (CBD) nei settori della nutraceutica e del benessere è stata in costante aumento negli ultimi anni. Le sempre più numerose testimonianze dei pazienti sono corroborate da studi clinici preliminari e da una vasta serie di ricerche scientifiche incoraggianti. Il cannabinoide non psicoattivo ha una serie di effetti che migliorano la salute del corpo e della mente.

LA POTENZA DEL CBD

Può esserci un posto per il CBD nel tuo armadietto dei medicinali anche se ti consideri relativamente in forma e in buona salute? Se inizi a sommare i potenziali benefici del consumo regolare di CBD, i vantaggi per il cuore, la pelle e il benessere mentale diventano sempre più evidenti.

Visto che nessun'altra singola sostanza presenta la stessa quantità di benefici, potrebbe il CBD essere la chiave per una vita sana e felice? Se vuoi capire in che modo tutti possono usare il CBD in modo utile, una spiegazione di questo cannabinoide e del nostro sistema endocannabinoide ti farà partire con il piede giusto.

COME FUNZIONA IL CBD

Il CBD è un cannabinoide, cioè un composto che può scatenare risposte dal nostro sistema endocannabinoide attraverso i recettori CB1 e CB2 situati in tutto il corpo. Sebbene la canapa sia un organismo complesso composto da centinaia di sostanze diverse, sono i cannabinoidi e le loro proprietà benefiche che hanno attirato l'attenzione degli scienziati, di chi segue stili di vita sani e, cosa più importante, del pubblico in generale.

Presente in tutti i mammiferi, il sistema endocannabinoide regola e controlla centinaia di processi in tutto il corpo. I cannabinoidi si legano o influenzano questi recettori, provocando una varietà di risposte.

È interessante notare che il CBD ha una bassa affinità per entrambi i recettori CB1 e CB2, e quindi non si lega nello stesso modo in cui il cannabinoide THC si lega al CB1 come una chiave in una serratura. Ciononostante, il CBD stimola il sistema endocannabinoide innescando il rilascio di 2-AG, un endocannabinoide naturale prodotto dal nostro organismo. Inoltre, il CBD ferma l'attività di idrolasi delle ammidi degli acidi grassi (FAAH), che a sua volta rallenta il riassorbimento di un altro endocannabinoide essenziale, l'anandamide.

CBD E SALUTE

L'influenza del CBD sul sistema endocannabinoide è ampia e ha un impatto su tutti i tipi di sistemi, in tutto il nostro corpo.

METABOLISMO

L'Organizzazione Mondiale della Sanità stima che nel 2016 oltre 1,9 miliardi di adulti di età superiore ai 18 anni erano in sovrappeso. 650 milioni sarebbero classificati come obesi. Queste statistiche rendono allarmante questa lettura. Sebbene la dieta e l'esercizio fisico regolare svolgano un ruolo chiave nella gestione del peso, ogni individuo è diverso dall’altro, e così anche il suo metabolismo.

Il metabolismo richiede la demolizione delle molecole per ottenere energia. Le persone con un metabolismo elevato possono abbattere le molecole alimentari a un ritmo più veloce rispetto a quelli con un metabolismo più lento. Per questo motivo, tutte le sostanze che aiutano il metabolismo potrebbero essere utilizzate come strumenti per aiutare la perdita di peso. Uno studio condotto da scienziati coreani ha scoperto che il CBD stimolava le proteine e i geni responsabili della scomposizione del grasso. Il CBD mostrava anche la capacità di supportare la "doratura" delle cellule adipose. Le cellule adipose bianche hanno legami con diversi disturbi potenzialmente gravi, mentre le cellule grasse brune promuovono la perdita di peso bruciando energia.

LA SALUTE DEL CUORE

L'importanza del cuore non ha bisogno di presentazioni, e mantenere quest’organo laborioso in ottima forma deve essere una preoccupazione primaria. Fortunatamente, il CBD dà una mano anche ai cuori sani. Il nostro sistema cardiovascolare, una collezione di vene e arterie che portano tutte al cuore, richiede chiari percorsi per pompare il sangue ossigenato in tutto il corpo.

Una recensione degli studi sull'uso di CBD come rimedio terapeutico per il sistema cardiovascolare redatta dalla School of Graduate Entry Medicine & Health ha rilevato che il CBD ha un'azione diretta sulle pareti delle arterie, riducendo la tensione dei vasi sanguigni. Gli effetti antinfiammatori e antiossidanti del CBD hanno anche contribuito a proteggere dal danno da riperfusione, il danno ai tessuti causato da una mancanza di ossigeno.

PELLE SANA

La nostra pelle è una barriera protettiva contro infezioni, sostanze chimiche dannose e danni fisici. Di per sé, la pelle svolge un ottimo lavoro di armatura flessibile multistrato, ma con il CBD, le sue capacità di difesa naturale potrebbero essere migliorate. Condizioni persistenti della pelle come psoriasi, eczema e acne sono tutte esacerbate dall'infiammazione.

Il CBD ha ottenuto un riscontro significativo come sostanza antinfiammatoria in grado di ridurre il disagio sulle regioni di pelle danneggiata o irritata. Sono oggi in corso nuovi studi per identificare il ruolo del CBD nel ridurre l'accumulo di batteri, un fattore chiave in condizioni come l'acne, ed è evidente che le proprietà antiossidanti del CBD possono migliorare ulteriormente l'eccellente lavoro che già svolge la nostra pelle.

FELICI CON IL CBD

Tutti i precedenti argomenti hanno qualcosa in comune: i benefici fisici per il nostro corpo. Ma il benessere mentale è altrettanto importante. Lo stress e l'ansia possono contribuire a condizioni negative come l'ipertensione, il diabete e l'obesità, tra le molte altre. Qualsiasi riduzione del nostro livello di stress ci aiuta a prendere decisioni più chiare, razionali e salutari.

Quando un gruppo di quindici pazienti inglesi sani ha preso parte a uno studio randomizzato in doppio cieco, i risultati sono stati molto convincenti. Usando il CBD e un placebo, i pazienti ai quali si era somministrato CBD hanno sperimentato una tendenza alla riduzione dell'ansia. Il CBD ha aiutato a sopprimere la stimolazione di diverse risposte chimiche quando i soggetti stavano elaborando intensamente volti terrorizzanti. Gli autori dello studio hanno concluso che l'azione del CBD a livello molecolare non è ancora chiara, ma hanno teorizzato diversi modi tramite i quali il cannabidiolo potrebbe ridurre le sensazioni di ansia.

Inoltre, grazie al suo contributo a un più lento riassorbimento dell'anandamide, c'è ragione di credere che il CBD possa anche risultare efficace per mantenere uno stato d'animo positivo. Indipendentemente dal fatto che si desideri assumere il CBD come approccio terapeutico a una condizione specifica o per promuovere un maggiore benessere generale, è chiaro che gli studi preliminari mostrano risultati incredibilmente incoraggianti.

Indubbiamente, con l'aumentare della profondità della ricerca, vedremo un numero crescente di benefici entrare in scena. Il CBD non è solo un approccio mirato al trattamento di una condizione naturale, ma dovrebbe essere assunto ogni giorno in numerose forme per aiutare a rafforzare la salute della mente e del corpo.


Cibdol