Cannabidiolo: Quali Caratteristiche Deve Avere un Olio di CBD?

Pubblicato:

Acquistare un olio di CBD può rivelarsi una vera sfida. Sul mercato si possono trovare così tanti prodotti con cannabidiolo che diventa essenziale sapere quali caratteristiche cercare, soprattutto quando si vuole acquistare il miglior olio in circolazione. Se alcune aziende etichettano i loro prodotti come "sicuri" e "completamente naturali" non significa necessariamente che siano affidabili al 100%. Solo conoscendo gli ingredienti contenuti al loro interno e il loro processo di produzione saprete se state acquistando prodotti benefici o potenzialmente dannosi. In questo articolo vi riportiamo le principali caratteristiche che ogni olio di CBD dovrebbe avere, in modo che possiate presto beneficiare di tutti gli incredibili effetti che questo innovativo cannabinoide può offrire.

TERPENI

I terpeni sono idrocarburi rilasciati dalle stesse ghiandole (tricomi) produttrici di THC e CBD. Sebbene non inducano effetti psicoattivi, queste molecole amplificano le proprietà terapeutiche dell'olio di CBD. I terpeni sono anche responsabili di dare all'olio il suo pungente aroma e i suoi piacevoli sapori. Oltre a respingere i parassiti indesiderati durante il periodo di fioritura e ad attirare allo stesso tempo gli insetti impollinatori, la combinazione di fragranze di pino, terra e limone dei terpeni offre al consumatore un'esperienza con il CBD ancora più deliziosa.

ESTRATTO CON CO₂

L'ultima cosa che vorreste acquistare è un olio di CBD pieno di sostanze chimiche sintetiche. Questi additivi tossici impediscono ai cannabinoidi di agire come dovrebbero. Se volete comprare un olio di elevata purezza allora dovrete verificare se viene prodotto con un processo d'estrazione con CO₂. La differenza tra un'estrazione con CO₂ ed una con butano, ad esempio, è che gli estratti di butano non sono concepiti per il consumo umano, per non parlare dei sapori piuttosto sgradevoli che possono sprigionare e dei residui tossici che possono rilasciare nell'organismo. Gli estratti con CO₂, invece, mantengono quasi inalterata la purezza dei sapori e sono molto più comodi da ingerire rispetto ad altri prodotti estratti con solvente.

DECARBOSSILATO

Nonostante sembrino tutti uguali, gli oli di CBD possono essere sottoposti a processi diversi. La decarbossilazione è il processo che consente di rimuovere il gruppo carbossile sottoponendo a calore i fiori della canapa per lunghi periodi di tempo. In questo modo il composto inattivo CBDA viene attivato e la vasta gamma di potenziali benefici del CBD possono essere sfruttati al meglio. Quando l'olio di CBD non viene decarbossilato, il prodotto viene spesso venduto a prezzi più economici, ma la sua efficacia sarà nettamente inferiore. Nonostante possa sembrare un'alternativa allettante quando il budget è limitato, in realtà si stanno sprecando i soldi per acquistare un prodotto di pochi euro più economico rispetto ad uno di migliore qualità. Nove volte su dieci, i prodotti più cari sono anche quelli con i livelli più alti di CBD.

INGREDIENTI NATURALI

Tutti vorrebbero mettere le mani su una confezione di olio di CBD. La domanda è cresciuta esponenzialmente e le aziende cercano spesso di accelerare i processi produttivi adottando estrazioni ad alto rendimento. Tuttavia, questi processi comportano anche l'uso di fertilizzanti sintetici, pesticidi e erbicidi. Se da una parte stimolano la crescita delle piante, dall'altra eliminano i loro effetti terapeutici. Questi processi distruggono inoltre gran parte dei terpeni e dei flavonoidi delle piante, dando risultati inaspettati dopo il loro consumo. La scelta di un prodotto composto esclusivamente da un ricco fitocomplesso di ingredienti è fondamentale per selezionare i prodotti più sicuri, puri ed efficaci.

REPORT SUI TEST REALIZZATI

Le aziende possono promettere il miglior olio di CBD del mercato, ma senza gli opportuni test di laboratorio il consumatore non potrà mai sapere se ciò che sta ingerendo è sicuro o meno. Verificate sempre se i risultati dei test sono consultabili. Sia quelli fatti dall'azienda che quelli realizzati da laboratori esterni sono essenziali per garantire la massima qualità. I produttori che dedicano tempo e sforzi per verificare se la loro materia prima è effettivamente priva di batteri, agenti contaminanti dannosi e additivi artificiali sono anche i primi a riportare i risultati sui loro flaconi e, quindi, a lanciare un prodotto di qualità.

PRIVO DI CRISTALLI DI CBD

I cristalli di CBD contengono concentrazioni quasi pure di CBD. Tuttavia, non offrono le qualità terapeutiche che spingono molte persone ad avvicinarsi all'olio di CBD. Questi integratori, infatti, non contengono i terpeni e gli altri cannabinoidi che rendono così efficaci gli oli di CBD. Gli oli vegetali, invece, conservano l'intero spettro di cannabinoidi e terpeni della pianta di cannabis (eccetto il THC psicoattivo). In questo modo tutti i composti presenti in natura possono agire insieme in totale sinergia. Questa teoria, anche conosciuta come "effetto entourage", sostiene che la complessità dei composti contenuti nella pianta è la chiave dell'efficacia del CBD e di tutti gli altri prodotti derivati dalla canapa.


Cibdol