Come Influisce il CBD sulla Nostra Pelle?

Pubblicato:

Il cannabidiolo (CBD) sta ottenendo importanti riconoscimenti come uno dei cannabinoidi più benefici per la formulazione di nuovi integratori e prodotti terapeutici. Grazie ai progressi fatti nella ricerca sul sistema endocannabinoide umano e sulla sua risposta al CBD e agli altri cannabinoidi, il cannabidiolo viene oggi aggiunto in diversi prodotti per la cura della pelle.

Le proprietà benefiche del CBD hanno la capacità di rafforzare le difese naturali della pelle. Di recente è stata dimostrata anche la sua efficacia nel combattere alcuni sintomi della pelle secca e grassa, nonché di disturbi cutanei inimici. La potenza del CBD risiede nella sua purezza come ingrediente naturale, i cui effetti risultano essere maggiori in presenza di altri elementi di supporto.

COS'È IL CBD?

Per anni, il cannabidiolo è stato messo in secondo piano dai cannabinoidi psicoattivi secreti dalle piante di canapa. Le maggiori concentrazioni di CBD si trovano nelle teste resinose dei tricomi, minuscole escrescenze prodotte dai fiori responsabili della produzione dei composti essenziali della pianta.

Il CBD è il secondo cannabinoide più abbondante contenuto nella canapa, con concentrazioni medie prossime all'1%. Le piante di canapa possono essere ibridate selettivamente per aumentare considerevolmente il contenuto di CBD, aumentando così i suoi potenziali usi nella formulazione di prodotti per la cura della pelle.

Per decenni, il CBD è stato messo in disparte perché ritenuto privo di benefici terapeutici. Inoltre, fino a pochi anni fa le proprietà non psicoattive del CBD non suscitavano particolare interesse da parte dei ricercatori. Trattandosi di un cannabinoide non psicoattivo, il CBD non "sballa" a livello mentale e fisico e non disturba in alcun modo la normale percezione della realtà.

Dopo aver scoperto che non può avere effetti collaterali sul nostro organismo, pochi anni fa la vendita di prodotti con CBD è stata legalizzata. Il CBD ha dimostrato di essere un cannabinoide sicuro per il consumo umano, estremamente efficace per trattare diversi problemi di salute, ed oggi sempre più usato dal settore dei prodotti per la cura della pelle.

COS'È IL SISTEMA ENDOCANNABINOIDE?

Per comprendere la scienza che sta dietro il CBD, bisogna prima di tutto comprendere il sistema endocannabinoide umano. Conosciuto inizialmente come sistema cannabinoide endogeno, questa intrigata rete di recettori aiuta a mantenere l'omeostasi all'interno del nostro corpo, influenzando le reazioni legate al dolore, alla memoria e ad altri processi fisiologici.

L'anandamide e il 2-AG sono due molecole sintetizzate dal nostro sistema endocannabinoide che hanno la capacità di legarsi ai recettori CB-1 e CB-2, distribuiti in diverse zone del corpo. Oltre ad essere presenti in alcune aree del cervello, i recettori del sistema endocannabinoide si trovano anche nella nostra pelle. Ciò rende il CBD ancora più efficace in ambito dermatologico: interagisce in modo naturale con il corpo umano per stimolare una serie di benefici fisiologici al fine di mantenere l'omeostasi totale.

CBD PER LA PELLE

Come agisce esattamente il CBD sulla pelle? Questa domanda può avere molteplici risposte, in quanto il cannabidiolo offre diversi benefici sia alle cellule cutanee sane che a quelle danneggiate. Sono già stati condotti diversi studi sugli effetti del CBD, ma la ricerca continua a scoprire eccitanti e promettenti proprietà benefiche per la nostra salute.

PROPRIETÀ ANTINFIAMMATORIA

Un argomento di ricerca che ha ottenuto un sostegno quasi unanime da parte degli scienziati è la proprietà antinfiammatoria del CBD. Tra i numerosi studi condotti sul CBD, citiamo i risultati ottenuti da una ricerca del 2010, dove il CBD ha dimostrato di eliminare efficacemente le chemochine e le citochine infiammatorie.

Ma che legame può avere questa ricerca con la nostra pelle? Prima di tutto, dall'irritazione giornaliera dell'epidermide ai disturbi della pelle sono generati o peggiorati dalle infiammazioni. Il CBD ha dimostrato di ridurre efficacemente la risposta infiammatoria della pelle, in modo particolare in quelle zone dell'epidermide danneggiate. Il CBD viene sempre più usato nella formulazione di nuovi prodotti da applicare per via topica e di integratori alimentari.

Gli effetti antinfiammatori del CBD su disturbi cutanei come l'eczema e la psoriasi sono stati scoperti solo di recente. Il CBD ha la capacità di bloccare l'interleuchina e di impedire la formazione di placche psoriasiache. Oggi, il mercato ci offre nuovi prodotti contenenti CBD ed altre sostanze benefiche per nutrire e rigenerare la nostra pelle, in modo naturale e sicuro.

STIMOLA E MIGLIORA LA CRESCITA CELLULARE

Il CBD ci sta dimostrando le sue incredibili proprietà nutritive per la pelle anche attraverso la sua capacità di stimolare la crescita e la differenziazione delle cellule. La sua azione come antiossidante supera gli altri composti normalmente usati in altri prodotti e, oggi, viene ampiamente sfruttata per formulare nuove creme anti-invecchiamento. Per chi soffre di determinati problemi cutanei, il CBD ha la capacità di incoraggiare una differenziazione cellulare più efficiente.

INIBISCE L'IPERATTIVITÀ DELLE GHIANDOLE SEBACEE

Il principale problema dei disturbi cutanei legati all'acne-vulgaris è l'eccessiva produzione di sebo da parte della pelle. Secondo un recente studio, il CBD offre una "trinità di azioni cellulari anti-acne", compresa la sua capacità di ridurre la produzione di sebo. In sostanza, la natura antiproliferativa del CBD sui sebociti contribuisce ad eliminare la produzione di lipidi e, quindi, di limitare la sovrapproduzione di sebo.

Le potenziali applicazioni del CBD come prodotto efficace per trattare i sintomi dell'acne sono estremamente promettenti, soprattutto considerando che si tratta di una delle malattie della pelle più diffuse nel mondo. L'acne comporta evidenti sintomi fisici che comprendono brufoli, punti neri e cisti. Tuttavia, può generare anche problemi a livello psicologico.

Inoltre, è stato dimostrato che il CBD ha anche proprietà antibatteriche. I batteri che causano l'acne creano reazioni a catena difficili da controllare. Tuttavia, il CBD ha la capacità di diminuire sia le infiammazioni che le infezioni. Le proprietà antiossidanti del CBD sono efficaci per tutti quanti e risultano particolarmente adatte per combattere i danni causati dai radicali liberi e per migliorare la salute e la sensibilità della pelle.

IL CBD E IL FUTURO DEI PRODOTTI PER LA PELLE

Grazie al numero crescente di studi sull'efficacia del CBD nella cura della pelle, oggi sappiamo per certo che questo cannabinoide ha la capacità di trattare diverse malattie cutanee. È troppo presto per dire se il CBD verrà presto usato in terapie cliniche per curare la pelle, ma finora ci sono sufficienti indizi per affermare che il cannabidiolo può essere molto benefico per la nostra pelle.


Cibdol