La Cannabis Nel Complesso -Terpeni Terpenoidi Flavonoidi

Pubblicato:

LA CANNABIS NEL COMPLESSO

Gli esseri umani hanno usato le piante aromatiche come parte della loro farmacopea per migliaia di anni. Le estrazioni da piante aromatiche sono alla base dell'aromaterapia e sono utilizzate commercialmente e industrialmente per aromi alimentari e solventi, oltre a numerosi altri usi. L'aroma di questi oli essenziali è fornito da composti volatili chiamati terpeni, terpenoidi e flavonoidi.

Gli effetti psicotropi del THC sono ben documentati così come gli effetti terapeutici di CBD e CBN. La sola famiglia dei cannabinoidi non è pienamente responsabile della reazione dell'organismo umano alla cannabis. Le indagini sugli effetti della marijuana sono inadeguate se si concentrano esclusivamente sui cannabinoidi dei composti.

Terpeni, terpenoidi e flavonoidi svolgono un ruolo importante nel ciclo di vita complessivo e nell'utilizzo finale della pianta di cannabis. Dalla protezione della pianta durante la crescita allo stimolare favorevolmente o migliorare a livello terapeutico gli esseri umani dopo il consumo. La polifunzionale pianta di cannabis è una serra sinergica di resine complesse che sono molto più del solo THC.

Una rapida ricerca su Google vi farà scoprire letteralmente migliaia di diverse varietà di marijuana. Ciascuna con bouquet di aromi distintivi, e proprietà psicotrope e terapeutiche che le differenziano l'una dall'altra. Qui vi forniamo alcune informazioni sul perché.

COSA SONO I FLAVONOIDI

I flavonoidi sono una famiglia diversa di sostanze chimiche vegetali che sono in gran parte responsabili del colore di frutta e verdura. Sono le ragioni per cui le mele sono rosse, le bacche sono blu e la Purple Urkle è viola. I flavonoidi sono dei fitonutrienti che fanno parte del gruppo dei polifenoli.

Esistono oltre 6000 flavonoidi nel regno vegetale che sono stati utilizzati terapeuticamente nella Medicina Ayurvedica per millenni. Ci sono una serie di gruppi e sottogruppi di flavonoidi e la marijuana contiene flavonoidi specifici chiamati canna-flavonoidi.

Come molti altri flavonoidi, i canna-flavonoidi sono noti per essere farmacologicamente attivi. Il Canna-flavonoide A ha mostrato di ridurre l'infiammazione ed è trenta volte più efficace rispetto all'aspirina.

Man mano che la proibizione della cannabis si dissolve lentamente su scala globale, vengono condotte nuove ricerche sugli altri canna-flavonoidi nella speranza di sbloccare nuove strade per il trattamento di tumori, malattie autoimmuni e dolore.

COSA SONO I TERPENI E I TERPENOIDI

I terpeni sono composti organici volatili presenti negli oli essenziali delle piante. Sono prevalentemente responsabili dell'odore che si può trovare nella cannabis, sulle calze sudate e sulla pelle di pollo. Terpeni e terpenoidi fanno parte della estremamente grande famiglia di idrocarburi insaturi. La cannabis contiene più di duecento terpeni, e il conteggio aumenta, man mano che la ricerca progredisce.

Si pensa che i terpeni eseguano una serie di funzioni biologiche per la pianta di cannabis. Insieme con i cannabinoidi essi agiscono come agenti anti-disidratanti, anti-fungini, come deterrenti per animali e insetti e antibiotici. Sono prodotti in abbondanza nei tricomi ghiandolari e nelle pareti cellulari dei fiori di cannabis. **Le concentrazioni di terpene possono essere influenzate nel bene e nel male dalle condizioni di crescita, dall'intensità della luce e dalla disponibilità di nutrienti.

La raffinata combinazione di queste sostanze chimiche aromatiche realizza una serie di cose. Essa fornisce alla cannabis l'ampia gamma di affascinanti aromi di cui possiamo godere attraverso innumerevoli specie. Spesso, essendo composti psicoattivi, i terpeni modificano gli effetti dei cannabinoidi e forniscono varie sfumature all'esperienza del fumare cannabis.

Direttamente, i terpeni sono noti per il loro effetto terapeutico. Il limonene, comune nella cannabis, è un ansiolitico e ha dimostrato di essere un trattamento benefico per l'emicrania. L'acido isovalerico, presente prevalente nella varietà Cheese, è anti-convulsivo e soporifero ed ha un aroma gradevole che agisce sul cervello come un feromone.

I terpeni sono idrocarburi semplici, nel senso che sono costituiti solo da carbonio e idrogeno, mentre i terpenoidi hanno gruppi funzionali supplementari. I terpenoidi sono terpeni che sono stati denaturati per ossidazione attraverso il processo di essiccazione e polimerizzazione.

L'EFFETTO ENTOURAGE

Alcune varietà di cannabis possono inchiodarvi al divano con le palpebre e le membra pesanti tonnellate. Alcune possono innescare picchi di creatività e stimolare l'attività fisica, mentre altre portano a stati di sogno lucido tipici del potere sciamanico. Questo è l'effetto entourage al lavoro.

Complesse combinazioni di flavonoidi, terpeni, terpinoidi e cannabinoidi (così come fenoli, aminoacidi, glicoproteine e zuccheri per citarne solo alcuni) forniscono alla cannabis la sua notevole gamma di proprietà. Avete mai notato che alcune varietà con THC inferiore rispetto ad altre possono darvi un effetto due volte più potente? O che alcune varietà sono particolarmente buone per l'artrite, mentre altre aiutano a gestire l'ansia? Ciò è dovuto agli altri composti che si agganciano a recettori nel cervello diversi da quelli utilizzati dai cannabinoidi.

A livello terapeutico e ricreativo una miriade di sistemi secondari interagiscono con i nostri recettori neuronali producendo un'esperienza complessa e unica per ogni varietà. Alcuni terpeni mitigano il flusso di THC attraverso la barriera emato-encefalica, altri lo aumentano, alcuni ingrandiscono gli effetti del CBD.

Per darvi un'idea del motivo per cui diverse razze di cannabis forniscono diverse esperienze per l'utilizzo ricreativo o terapeutico, ecco un elenco di terpeni che è necessario conoscere.

Nella cannabis il precursore chimico geranil pirofosfato si forma nelle ghiandole che producono resina nei fiori non fecondati di cannabis femmina. Man mano che la pianta cresce ed è esposta a più luce, questa sostanza chimica plastica viene utilizzata per creare una varietà di composti utili.

GERANIOLO

Il geraniolo è un terpene fondamentale responsabile dell'odore della maggior parte dei fiori. Esso fornisce alle rose e ,non sorprende, ai gerani, il loro dolce odore. Favorito dai profumieri, è spesso usato nei saponi ed è un ottimo repellente per le zanzare. Il geraniolo per uso medico sembra essere promettente come trattamento neuropatico.

PINENE

Il pinene è un monoterpene biciclico. È uno dei terpeni più diffusi in natura ed esiste in due forme: a-pinene e b-pinene. Come suggerisce il nome, fornisce il caratteristico odore a diverse specie di alberi di pino e alla maggior parte delle conifere. Svolge inoltre un ruolo significativo nell'odore della resina di benzoino, alcuni agrumi e conifere ed è il principale costituente della trementina.

Il pinene può agire da antagonista e può mitigare gli effetti del THC. Terapeuticamente è stato utilizzato come anti-infiammatorio, bronco dilatatore ed espettorante.

LIMONENE

Il limonene è un monoterpene monociclico ed è generato dalla pianta di cannabis attraverso la sintesi del pinene. Fornisce il forte odore di agrumi facilmente riconoscibile in limoni, lime e arance. È anche uno dei principali costituenti di rosmarino, ginepro e menta piperita.

Il limonene è facilmente assorbito nel corpo e nel sangue dopo l'inalazione, il che lo rende ideale per un effetto rapido. Sono in corso studi clinici per testare l'efficacia del limonene come antagonista del cancro e nel trattamento dell'ansia.

MIRCENE

Il mircene è il monoterpene prevalentemente prodotto dalla marijuana. Alcune specie sono note per contenere fino al 60% di mircene. È responsabile degli odori di muschio e dei toni terrosi simili a chiodi di garofano e anice stellato, ed è ciò che dà a luppolo, foglie di alloro e timo i loro profumi avvolgenti.

Il mircene è un potente analgesico ed anti-infiammatorio ed è in parte responsabile dell'effetto analgesico dell'olio di chiodi di garofano in caso di mal di denti. Il mircene abbassa la resistenza attraverso la barriera emato-encefalica facilitando l'attraversamento della barriera da parte di altre sostanze chimiche. Il mircene aumenta la saturazione di THC dei recettori dei cannabinoidi. Mangiare mango aumenta l'effetto della cannabis, grazie al loro contenuto di mircene.

β-CARIOFILLENE

Il β-cariofillene è un sesquiterpene che fornisce a pepe nero, foglie di cannella, lavanda e chiodi di garofano il loro aroma piccante e i toni legnosi. È noto come l'unico terpene che interagisce con il sistema endocannabinoide, nello specifico il recettore CB2. Questa azione sembra essere promettente come trattamento anti-infiammatorio non psicoattivo e completamente funzionale e come trattamento per dolore cronico, ansia e depressione.

LINALOLO

Il linalolo è un monoterpene monociclico responsabile per l'odore unico e duraturo di lavanda e menta così come molte altre piante floreali. I sacchetti di lavanda sotto il cuscino agiscono come sonnifero e sono stati utilizzati per secoli. Il linalolo è uno dei preferiti dai produttori di saponi e profumi. Il linalolo tiene lontane le zanzare e le pulci quando la lavanda cresce intorno ad una casa.

Il linalolo mitiga l'ansia causata dal THC puro ed è noto per rinforzare il sistema immunitario. Gli studi suggeriscono che il linalolo aumenta la funzione cognitiva e può ridurre l'infiammazione polmonare causata da cancerogeni noti come le sigarette.

CANFENE

Il canfene è un monoterpene molto pungente che richiama l'odore di nebbiose foreste di abeti e tronchi in decomposizione. È un componente minore in una varietà di oli essenziali come olio di zenzero, canfora e oli di citronella e trementina.

Il canfene è stato utilizzato per abbassare il colesterolo plasmatico e può svolgere un ruolo di primo piano nel controllo della malattia cardiovascolare. È un'alternativa non farmaceutica che non provoca irritazioni intestinali o danni al fegato.

UMULENE

L'umulene è un sesquiterpene comune nelle varietà di cannabis sativa e svolge un ruolo nella profumazione terrosa del coriandolo vietnamita e del luppolo che sono parenti stretti della marijuana. L'umulene è ancora oggi usato nella medicina tradizionale cinese come soppressore dell'appetito o anoressico.

La medicina moderna considera l'umulene come un ottimo agente antitumorale, anti-batterico e anti-infiammatorio.

GLI OLI ESSENZIALI SONO IMPORTANTI

Una elevata percentuale di THC o CBD non è più l'unico criterio per classificare la cannabis. Le sfumature fornite dagli oli volatili essenziali e da cannabinoidi, terpeni e flavonoidi sono altrettanto importanti.

L'azione sinergica di questi composti può modificare il modo in cui il cervello e il corpo assorbe e trasporta, utilizza e distribuisce i composti psicoattivi o terapeutici. Mentre il divieto inizia ad essere obsoleto (la guerra alla droga è stata persa prima di cominciare), la scienza è libera di riscoprire i numerosi benefici della pianta di cannabis.

Sviluppare l'abilità di identificare aromi e bouquet che suggeriscono il profilo di olio essenziale della marijuana è ora altrettanto importante quanto un sommelier in un ristorante da guida Michelin. Allenate il vostro olfatto per ottenere esattamente quello che desiderate.


Cibdol