L'Olio di CBD Può Far Sballare?

Pubblicato:

L'interesse verso il CBD cresce di giorno in giorno, e sempre più persone sono curiose di sapere se l'olio di CBD possa sballare. La risposta breve è: no, non può. Ad ogni modo, occorre considerare molte variabili, tra cui i metodi di produzione, il branding e la somministrazione dell'olio di CBD. Coloro che desiderano consumare CBD regolarmente come integratore alimentare, hanno bisogno di sapere con certezza se questi prodotti possono influire sullo stile di vita e le attività quotidiane. Di seguito vi forniamo alcune spiegazioni più dettagliate.

Il CBD è un cannabinoide presente nella canapa e nella marijuana a scopo ricreativo. Indipendentemente dalla pianta da cui viene estratto, il CBD isolato è una molecola priva di effetti psicoattivi. A differenza del cannabinoide psicotropo THC, il CBD ha una bassa affinità di legame con i recettori cannabinoidi CB1 e CB2. In effetti interagisce con tali recettori, ma la sua azione è meno diretta. Inoltre, il CBD segue differenti percorsi molecolari, stimolando recettori non-cannabinoidi come il recettore della serotonina 5-HT1A, e i recettori vanilloidi. Cosa c'entra tutto questo con lo sballo? In pratica, il CBD è una sostanza versatile, che agisce su vari sistemi fisiologici, ma tutti i suoi effetti sono di natura terapeutica—e non psicotropa. Il THC è diverso dal CBD poiché si lega direttamente ai recettori CB1 nel cervello, come una chiave nella serratura. Di conseguenza, genera effetti psicotropi in grado di alterare le funzionalità psichiche. Curiosamente, il CBD riesce ad attenuare l'effetto psicotropo del THC, influenzando la sua capacità di legarsi ai recettori CB1.

IL CBD NON È PSICOTROPO

È ovvio che, per evitare di sballarsi con l'olio di CBD, la quantità di THC presente deve essere minima. È il caso degli oli di CBD più rinomati, estratti da canapa industriale a basso contenuto di THC. Sottoposto ai giusti metodi di produzione ed estrazione, l'olio di CBD ricavato da canapa contiene una dose di THC esigua, che di certo non altera la percezione, ed è quindi considerata legale dal governo.
Attualmente, le tracce di THC inferiori allo 0,03% sono considerate accettabili in gran parte dei Paesi in cui il CBD è legale. CIbdol rispetta tali normative, e pubblica tutti i risultati delle analisi svolte da enti indipendenti sui propri prodotti, per offrire al consumatore una garanzia di qualità e sicurezza.

D'altro canto, l'olio di CBD estratto da cannabis ricreativa ad alto contenuto di THC spesso elude tali restrizioni, conservando deliberatamente la maggior quantità di THC possibile. Questi oli di solito vengono creati per offrire THC e CBD in diverse concentrazioni. Anche se qualcuno considera validi questi prodotti, essi NON possono essere classificati come olio di CBD, ma piuttosto come olio di cannabis.

Pur non essendo una sostanza psicotropa, il CBD è leggermente psicoattivo. Il termine psicoattivo non va inteso come aggettivo "negativo", e non significa necessariamente che alteri le funzionalità cerebrali. Proprio come il cioccolato fondente, il CBD può generare lievi effetti sul cervello e il sistema nervoso. Dopotutto, è proprio grazie a questa caratteristica che il CBD è potenzialmente in grado di ridurre e/o contrastare ansia, infiammazione, nausea, certi tipi di epilessia e molte altre condizioni. Le ricerche preliminari sugli effetti terapeutici del CBD mostrano risultati promettenti, ma occorrono studi più approfonditi per appurare con chiarezza i meccanismi di azione di questa sostanza. Pertanto, l'olio di CBD viene attualmente considerato un integratore alimentare, e non un farmaco.

RICERCHE SUGLI EFFETTI TERAPEUTICI DEL CBD

Ora potete stare tranquilli, sapendo che l'olio di CBD Cibdol non fa sballare, ma racchiude tutti gli innumerevoli benefici del CBD.


Cibdol


Iscriviti ed approfitta di uno sconto del 10% di sconto su un ordine

Di quale prodotto ho bisogno?