Conosci il Sistema Endocannabinoide

Pubblicato:

È ormai risaputo che i cannabinoidi contenuti all'interno della Cannabis possono avere effetti di vasta portata sul nostro organismo. Si tratta di un argomento di cui si sta interessando molto il mondo scientifico, con un numero sempre maggiore di ricerche sull'azione dei cannabinoidi. Le interazioni tra il corpo ed i cannabinoidi è facilitato da un sistema che tutti quanti possediamo nel nostro organismo, noto come sistema endocannabinoide. Conoscere le basi di questo complesso sistema può aiutarci a capire meglio il modo in cui agiscono i cannabinoidi, nel nostro caso specifico il CBD. Diamo quindi uno sguardo a questo interessante argomento! 


Assegnatogli un nome dopo la scoperta dei principi attivi della pianta, il sistema endocannabinoide è presente in tutte le zone del nostro corpo. È collegato a tutti i nostri organi: cervello, ghiandole, sistema immunitario e anche tessuti. Quando viene attivato, genera interazioni diverse, a seconda della zona interessata e dell'obiettivo prefissato, mantenendo sempre l'omeostasi interna. L'omeostasi è un processo che mantiene sano e stabile un corpo, nonostante le influenze dell'ambiente esterno. Ciò rende il sistema endocannabinoide tra i sistemi più importanti atti al rafforzamento e mantenimento della salute umana.

COS'È IL SISTEMA ENDOCANNABINOIDE?

In poche parole, il sistema endocannabinoide è una rete di recettori che interagiscono con i composti contenuti nella Cannabis, oltre che con le forme naturali di cannabinoidi presenti all'interno del nostro stesso organismo. Quando questi recettori vengono attivati, alcune zone del nostro corpo vengono stimolate, quasi sempre a livello cellulare. Questo processo può portare ad una miriade di effetti, come la riduzione di gonfiori, la stimolazione del sistema immune o la riduzione della percezione del dolore.

I RECETTORI DEL SISTEMA ENDOCANNABINOIDE

Per quanto complesso possa essere, il sistema endocannabinoide è prevalentemente costituito da due tipi di recettori, noti come recettori CB1 e CB2. Entrambi interagiscono con i cannabinoidi, tra cui il CBD, in diversi modi, generando molteplici effetti che hanno come obiettivo quello di mantenere l'omeostasi. I recettori CB1 si trovano principalmente nel cervello e nel sistema nervoso, mentre i recettori CB2 tendono ad essere associati al sistema immunitario.

ENDOCANNABINOIDI

Oltre ad interagire con i cannabinoidi come il CBD, il nostro corpo genera specifici processi per entrare in contatto con il cosiddetto sistema endocannabinoide. Esattamente come accade con i derivati della Cannabis e della canapa, questi processi interagiscono con il sistema in diversi modi. Uno di questi è l'anandamide, che gioca un importante ruolo nel nostro sistema immunitario.

GLI EFFETTI DEL SISTEMA ENDOCANNABINOIDE

Come abbiamo accennato, gli effetti del sistema endocannabinoide sono diversi. Fino ad oggi, sono stati confermati i rapporti con i seguenti fattori interni al nostro organismo:

  • Memoria
  • Neurogenesi ippocampale
  • Induzione di depressione sinaptica
  • Regolazione dell'appetito
  • Metabolismo e bilancio energetico
  • Comportamento sociale e ansia
  • Risposta allo stress
  • Funzionalità del sistema immunitario
  • Riproduzione femminile
  • Dormire
  • Analgesia
  • Termoregolazione
  • Sistema nervoso autonomo
  • Sclerosi multipla

IMPLICAZIONI

Fino a poco tempo fa, non si sapeva molto sul sistema endocannabinoide. Tuttavia, la ricerca ha fatto passi da gigante, arrivando ad incoraggianti scoperte senza precedenti, frutto di nuove ed interessanti ricerche. Comprendere meglio questo sistema presente all'interno del nostro organismo potrebbe darci nuove intuizioni e nuovi modi per affrontare alcuni degli elementi elencati, gestendoli a nostro proprio vantaggio e aprendo nuovi orizzonti per la scienza e la medicina. È ancora presto, ma la ricerca sugli endocannabinoidi sta andando nella direzione corretta.


Cibdol