Che cos'è l'olio di cannabinoidi?

Pubblicato:

Cannabinoide non psicoattivo

L'olio di CBD è un estratto del famoso cannabinoide presente in natura nella Cannabis. I cannabinoidi sono solubili nei solventi naturali ma non nell'acqua; a temperatura ambiente, i composti privi di colorazione assumono la forma di un solido cristallino. Stando alla ricerca, il CBD è uno degli oltre 60 cannabinoidi che possono essere estratti dalla Cannabis. L'olio di CBD processato in laboratorio è disponibile in commercio in diverse forme, tra qui quella liquida, in crema e come prodotto da masticare. I composti cannabinoidi sono classificati secondo il loro grado di psicoattività. Il Delta-9-tetraidrocannabinolo (THC) è il principio attivo della Cannabis maggiormente conosciuto ed è il principale ingrediente psicoattivo presente in questa pianta. Diversamente dal THC, il CBD non è una sostanza psicoattiva e, pertanto, ha una scarsa utilità come sostanza stupefacente ricreativa. In termini di produzione, la canapa industriale ha un elevato contenuto di CBD, ma bassi livelli di THC. La marijuana, invece, ha un livello più basso di CBD con un contenuto maggiore di THC. Tuttavia, grazie alle sperimentazioni attraverso tecniche scientifiche avanzate, i ricercatori/coltivatori di Cannabis sono arrivati a produrre un certo numero di piante di Cannabis con un elevato contenuto di CBD e livelli di THC prossimi allo zero.

Efficace soppressore naturale

Il CBD è conosciuto per la sua interazione con i recettori dei cannabinoidi presenti sulla superficie delle cellule, in grado di attivare e stimolare la risposta del sistema nervoso del corpo umano. I due recettori di cannabinoidi presenti nell'organismo sono il CB-1 e il CB-2. L'olio di CBD, d'altro canto, ha dimostrato di agire in maniera simmetrica con il componente CBD prodotto naturalmente, migliorando diverse funzioni corporee. Il CBD, ad esempio, è in grado di annullare gli effetti negativi scaturiti dal THC, agendo come un soppressore naturale in varietà di marijuana con concentrazioni troppo elevate. La domanda del mercato ha fatto sì che gli effetti psicoattivi siano ciò che maggiormente viene ricercato dai coltivatori durante la coltivazione delle varie specie di Cannabis. Il fatto che tutte le varietà di Cannabis abbiano sempre qualche traccia di CBD, seppur minima, significa che tutte le varietà di Cannabis hanno un potenziale valore terapeutico. Il CBD è presente nelle varietà di marijuana in diverse proporzioni, andando da un minimo dello 0.6% fino all'1%, se non di più. In proporzione, l'olio di CBD contiene livelli di CBD quattro volte superiori rispetto a quelli presenti nella marijuana. Per quanto queste percentuali complessive di CBD presenti nella Cannabis possano sembrare piuttosto ridotte, bisogna tenere in considerazione che si tratta dei requisiti minimi richiesti affinché il CBD sia in grado di produrre gli effetti desiderati.

Ricerca in corso

Ricerco CBD olioAnche se è necessario proseguire ed approfondire ulteriormente la ricerca in questo ambito scientifico, le molteplici proprietà terapeutiche del CBD si sono rivelate assolutamente utili per aiutare a combattere un certo numero di patologie che possono affliggere l'organismo umano. Nel 2003, il governo federale statunitense ha rilasciato una licenza all'impiego del CBD a favore dei Servizi per la Salute e per l'Uomo. Tale licenza ha permesso l'applicazione del CBD nel trattamento di un certo numero di disturbi infiammatori e neurodegenerativi. In relazione a questi sviluppi, il FDA ha di recente approvato l'uso del CBD durante le sperimentazioni mediche. L'obiettivo di questo tipo di studi è quello di arrivare a produrre un trattamento valido in caso di bambini affetti da una rara forma di epilessia. Nonostante i suoi numerosi benefici e la promettente applicazione in campo medico, le leggi federali proibiscono ancora oggi che vengano rilasciate dichiarazioni circa l'efficacia del CBD nel trattamento di determinate patologie, senza che queste possano essere avvallate senza ombra di dubbio da prove scientifiche. A causa di simili restrizioni, la maggior parte dei prodotti a base di CBD reperibili in commercio sono venduti via internet e vengono classificati come prodotti per la cura della persona o come integratori naturali. I consumatori, tuttavia, sono assolutamente liberi di condurre in maniera autonoma le proprie ricerche in merito agli effetti benefici per la salute dell'olio di CBD.


Cibdol